Serie A: Le probabili formazioni dell’ottava giornata. Vediamo come le squadre di A si preparano al prossimo turno.

Sabato ore 18
FIORENTINA- CATANIA: Viola imbattuti nei 14 precedenti disputati al Franchi contro i rossoazzurri. Mihajlovic riconfermerà il blocco difensivo, sceglierà Vargas al posto di Lazzari e darà fiducia a Montolivo e Santiago Silva. L’uruguaiano affiancherà Jovetic e Cerci. Montella riavrà Legrottaglie e alza il muro dietro, scegliendo un modulo molto difensivo che darà poco spazio alle avanzate fiorentine.La sua idea è uno schieramento composto da 5 difensori, un centrocampo dai piedi buoni (Lodi-Almiron-Delvecchio)e la coppia Berghessio- Gomez avanti,che con la loro velocità potrebbero creare difficoltà al tandem Natali-Gamberini.
Probabili formazioni:
FIORENTINA 4-3-3 Boruc; Cassani, Natali, Gamberini, Pasqual; Behrami, Montolivo, Vargas; Cerci, Jovetic, Silva.
CATANIA 5-3-2 Andujar; Izco, Bellusci, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Delvecchio, Almiron, Lodi; Gomez, Berghessio.

Sabato ore 20.45
JUVENTUS- GENOA: la capolista cerca l’allungo in casa contro gli uomini di Malesani.Buffon ( contusione alla spalla sinistra) non dovrebbe farcela,quindi tra i pali ci sarà il debutto stagionale dell’affidabile Marco Storari. Conte tornerà al modulo di partenza, il suo 4-2-4, con Vidal fuori e Matri che rientra titolare al centro dell’attacco. Dubbio sulle fasce tra Krasic, Estigarribia e Pepe: uno di loro siederà in panchina. Nella rosa genoana sono due gli indisponibili : Kaladze e Ze Eduardo. Nei 45 confronti in casa bianconera i grifoni hanno trionfato solo due volte, l’ultima affermazione avvenne più di vent’anni fa ( nella stagione 90-91).
Probabili formazioni:
JUVENTUS: 4-2-4 Storari; Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Chiellini; Marchisio, Pirlo; Pepe, Vucinic, Matri, Estigarribia.
GENOA: 4-4-1-1 Frey; Mesto, Dainelli, Moretti, Antonelli; Rossi, Veloso, Kucka, Jankovic; Jorquera; Palacio.

Domenica ore 12.30
LECCE- MILAN: i salentini, allo Stadio Via del Mare, hanno perso le prime tre partite e non segnano da più di 270 minuti. Domenica a mezzogiorno incontreranno i campioni in carica del Milan. Nei 17 precedenti , in Puglia, solo una volta è prevalsa la formazione leccese. L’anno scorso, il Lecce è stata la difesa più battuta, mentre, i rossoneri l’attacco più prolifico. Pochi dubbi per Di Francesco e Allegri: da una parte ballottaggio Corvia- Chevanton (per lui sarebbe la presenza numero 100 con la maglia giallorossa), dall’altra parte Thiago Silva e Seedorf in forse (scalpitano Mexes e Nocerino).
Probabili formazioni:
LECCE 4-3-1-2 Benassi; Oddo, Tomovic, Esposito, Mesbah; Obodo, Strasser, Giacomazzi; Grossmuller; Pasquato, Corvia.
MILAN 4-3-1-2 Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Aquilani, Van Bommel, Nocerino; Robinho; Cassano, Ibrahimovic.

Domenica ore 15
PARMA-ATALANTA: la formazione bergamasca è insieme al Cagliari la squadra rivelazione di questo inizio di campionato. Senza penalizzazione gli atalantini si troverebbero con i sardi a quota 11 punti. Colantuono può contare su una rosa ampia e con tante alternative. Il Parma è l’unica squadra che non ha ancora pareggiato, tre vittorie e tre sconfitte è lo score dei gialloblu. Colomba si affida alla formazione che ha espugnato il San Paolo, con l’unico dubbio  sulla fascia destra del centrocampo: Biabiany- Valiani.
Probabili formazioni:
PARMA 4-4-2 Mirante; Zaccardo, Paletta, Lucarelli, Gobbi; Biabiany, Morrone, Jadid, Modesto; Giovinco, Floccari.
ATALANTA 4-4-1-1 Consigli; Masiello, Lucchini, Capelli, Peluso; Schelotto, Brighi, Cigarini, Padoin; Moralez; Denis.

CAGLIARI- NAPOLI: la squadra di Ficcadenti al Sant’ Elia, in questa stagione, non ha mai perso. Finora nelle partite dei cagliaritani non sono stati assegnati rigori. Domenica, Cossu & co ospitano il Napoli e la formazione dovrebbe essere quella scesa in campo contro il Siena. I partenopei vogliono rialzare subito la testa dopo la sconfitta interna col Parma; per loro sarà la prima partita in pomeridiana. I ragazzi di Mazzarri hanno totalizzato 10 reti e sono il migliore attacco. Probabili formazioni:
CAGLIARI 4-3-1-2 Agazzi; Pisano, Canini, Astori, Agostini; Biondini, Conti, Nainggolan; Cossu; Ribeiro, Larrivey.
NAPOLI 3-4-2-1 De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Inler, Gargano, Dossena; Hamsik, Lavezzi; Cavani.

INTER- CHIEVO: Ranieri opterà molto probabilmente per la coppia d’attacco Milito- Pazzini e, alle loro spalle, il ritrovato Sneijder. Al centro della difesa Cordoba sostituisce Samuel. Nelle sei partite disputate dai nerazzurri ci sono stati ben sei rigori, l’unico match senza tiri dal dischetto è Inter- Roma dello scorso 17 settembre. L’Inter non segna al San Siro dal 3-1 al Catania del 22 maggio.
Il Chievo nell’ ultima partita ha bloccato la Juventus sullo 0-0, ottenendo un buon punto, ma non segna da più di 180 minuti. Di Carlo ha un unico problema ed è l’ assenza di Sardo che starà fuori un mese.
Probabili formazioni:
INTER 4-3-1-2 Julio Cesar; Maicon, Lucio, Cordoba, Chivu; Zanetti, Stankovic, Cambiasso; Sneijder; Pazzini, Milito.
CHIEVO 4-3-1-2 Sorrentino; Frey, Mandelli, Cesar, Jokic; Bradley, Rigoni, Hetemaj; Sammarco; Pellissier, Thereau.

ROMA- PALERMO: La Roma vuole riscattare la sconfitta nel derby contro un Palermo che in questo campionato non è riuscito a timbrare una segnatura lontano dal Barbera. I giallorossi nelle tre partite casalinghe hanno sempre subito almeno una rete con Cagliari, Siena e Atalanta. Ancora assente Totti, che dovrebbe rientrare nella sfida contro il Milan del prossimo 30 ottobre. Luis Enrique non ha ancora deciso chi sostituirà ill capitano: se la giocano Borriello e Lamela (per lui sarebbe esordio assoluto) per un posto nel tridente,che comprende già Bojan e Osvaldo. Mangia conferma, per l’ennesima volta, Migliaccio sulla linea dei difensori a fare coppia con Silvestre e pensa ad un cambio di modulo che favorirebbe l’inserimento di Ilicic nella posizione di trequartista. E’ possibile che l’allenatore dei siciliani opti per il 4-3-1-2, rimpiazzando il classico 4-4-2 e in questo caso a farne le spese sarebbe uno tra Barreto e Alvarez, mentre, a beneficiarne uno tra Acquah e Bacinovic, più propensi alla copertura.
Probabili formazioni:
ROMA 4-3-3 Stekelenburg; Cassetti, Burdisso, Juan, Jose Angel; Perrotta, De Rossi, Pjanic; Osvaldo, Lamela, Bojan.
PALERMO 4-3-1-2 Tzorvas; Pisano, Silvestre, Migliaccio, Balzaretti; Bacinovic, Barreto,Della Rocca; Ilicic; Miccoli, Hernandez.

SIENA- CESENA: Entrambe le squadre non sono andate a segno nelle ultime due partite giocate.Il Cesena è l’unica squadra che ancora non ha vinto una partita e viene da due pareggi consecutivi a reti bianche. Mister Sannino ha a disposizione la rosa al completo: il tandem avanzato sarà composto da Destro e Calaiò, in difesa ballottaggio Contini- Terzi per chi affiancherà Rossettini. La squadra emiliana invece non può contare sul talento di Mutu, squalificato per tre giornate dal giudice sportivo per la manata a Cassani in Cesena-Fiorentina. Per il ruolo di prima punta salgono le quotazioni dell’albanese Bogdani.
Probabili formazioni:
SIENA 4-4-2 Brkic; Vitiello, Rossettini, Terzi, Del Grosso; Mannini, D’Agostino, Gazzi, Brienza; Calaiò, Destro.
CESENA 4-3-3 Antonioli; Ceccarelli, Von Bergen, Rodriguez, Lauro; Parolo, Guana, Candreva; Ghezzal, Eder, Bogdani.

UDINESE- NOVARA: i friulani sono primi in classifica a pari merito con la Juventus e, in Europa League,hanno sconfitto per 2-0 i colchoneros dell’Atletico Madrid. La porta di Handanovic è ancora inviolata dopo le due partite disputate al Friuli contro Fiorentina e Bologna. Inoltre, la squadra è imbattuta, in questa stagione, sia in campionato che in Europa. Solito schema e soliti giocatori per Guidolin nello schieramento anti- Novara. Dall’altra parte, Tesser ( espulso l’ultima giornata) si ritrova con una difesa da inventare: Ujkani (fuori 40 giorni) e Ludi sono indisponibili, Gemiti è in forse. In questa sfida si scontrano il miglior attacco ( Novara:10 gol fatti) e la miglior difesa (Udinese: 1 gol subito). L’ultimo faccia a faccia tra le due squadre risale al campionato 54/55.
Probabili formazioni:
UDINESE 3-5-1-1 Handanovic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Isla, Badu, Asamoah, Armero; Torje; Di Natale.
NOVARA 4-3-1-2 Fontana; Morganella, Paci ,Centurioni, Dellafiore; Porcari, Radovanovic, Rigoni; Pinardi; Morimoto, Meggiorini.

Domenica ore 20.45
BOLOGNA-LAZIO: i rossoblu vengono dalla vittoria nello scontro salvezza allo stadio Piola di Novara. Nel posticipo serale affronteranno una Lazio galvanizzata dal successo all’ultimo minuto nel derby. Schieramenti a specchio. Pioli rispetto alla precedente gara cambia due uomini in attacco: Diamanti, sospetta frattura di una costola, dà spazio a Ramirez, mentre, Gimenez dovrebbe vincere il ballottaggio con Acquafresca. In casa Lazio, Reja recupera Klose e Brocchi (reduci da lievi affaticamenti)mentre Mauri è in forte dubbio. Scalpita Matuzalem, decisivo quando è entrato dalla panchina sia a Firenze sia contro la Roma.
Probabili formazioni:
BOLOGNA 4-3-1-2 Agliardi; Raggi, Portanova, Loria, Morleo; Pulzetti, Mudingayi, Konè; Ramirez; Gimenez, Di Vaio.
LAZIO 4-3-1-2 Marchetti, Konko, Biava, Dias, Radu; Brocchi, Ledesma, Matuzalem; Hernanes; Cissè, Klose.

 

Luigi Trapani Lombardo

  15:00 21.10.11
Condividi
article
17883
CalcioWeb
Serie A: Le probabili formazioni dell’ottava giornata. Vediamo come le squadre di A si preparano al prossimo turno.
Sabato ore 18 FIORENTINA- CATANIA: Viola imbattuti nei 14 precedenti disputati al Franchi contro i rossoazzurri. Mihajlovic riconfermerà il blocco difensivo, sceglierà Vargas al posto di Lazzari e darà fiducia a Montolivo e Santiago Silva. L’uruguaiano affiancherà Jovetic e Cerci. Montella riavrà Legrottaglie e alza il muro dietro, scegliendo un modulo molto difensivo che darà
http://www.calcioweb.eu/2011/10/serie-a-le-probabili-formazioni-dellottava-giornata-vediamo-come-le-squadre-di-a-si-preparano-al-prossimo-turno/17883/
2011-10-21 15:00:31
anticipi,dati calcio,dati serie a,ottava giornata,posticipi,probabili formazioni,Serie A,statistiche
SPORT
Torna alla Home