Spalletti: “Dopo la Russia, la Premier”

C’e’ ancora la Russia, e poi forse l’Inghilterra nel futuro di Luciano Spalletti. Il Milan non puo’ essere la prossima meta perche’, spiega, ormai e’ ”troppo vecchio’‘ e gli ”piacerebbe fare un’altra esperienza all’estero, magari in Premier League”. Il Milan, quindi, e’ solo l’ostacolo da superare per mettere una pezza a una Champions ”giocata al di sotto delle possibilita”’ dal suo Zenit San Pietroburgo. Per la seconda volta di fila ha mancato gli ottavi di Champions League, ma nell’ultima serata del girone deve agganciare il terzo posto che vale il paracadute in Europa League. A San Siro contro il Milan i russi devono vincere, o almeno ottenere lo stesso risultato dell’Anderlecht a Malaga. Per sua fortuna sembra che Allegri concedera’ un turno di riposo a El Shaarawy. ”Me lo proposero anni fa quando allenavo all’Empoli – ha raccontato Spalletti, che sul prato di San Siro ha seguito la rifinitura della sua squadra chiacchierando con il ct della Russia, Fabio Capello -. Nonostante la cresta ha una bella testa, un giocatore cosi’ forte e umile e’ proiettato verso il meglio”. Ma ”e’ meglio aspettare per i paragoni con Neymar”, frena il brasiliano Hulk, il cui lento inserimento e’ uno dei principali problemi per lo Zenit. La difficolta’ ”piu’ dura” per l’allenatore toscano in Russia e’ stata invece ”la lingua: ho imparato tre parole in tre anni. Ma sono piu’ duro degli altri. L’altra difficolta’ e’ entrare in un modo di lavorare che loro reputano giusto, riuscire ad avere un rapporto per da condividere idee e pensieri. La cosa piu’ importante e’ spiegare come si va a fare gol, e poi serve un traduttore bravo, io ce l’ho e sono avvantaggiato”. Il traduttore serve anche a riferirgli le critiche dei media russi. Implacabili come quelle del giornalista secondo cui Spalletti sarebbe stanco e avrebbe voglia di mollare. ”Secondo me ti sbagli – gli ha risposto l’ex allenatore della Roma -. Ho ancora tantissima voglia di Russia. Ho appena rinnovato, con il presidente c’e’ sintonia. In questo momento ci sono le partite fondamentali che possono risistemare i nostri obiettivi, e le voglio giocare, sempre al fianco della squadra”

  18:58 03.12.12
Condividi
article
47125
CalcioWeb
Spalletti: “Dopo la Russia, la Premier”
C’e’ ancora la Russia, e poi forse l’Inghilterra nel futuro di Luciano Spalletti. Il Milan non puo’ essere la prossima meta perche’, spiega, ormai e’ ”troppo vecchio’‘ e gli ”piacerebbe fare un’altra esperienza all’estero, magari in Premier League”. Il Milan, quindi, e’ solo l’ostacolo da superare per mettere una pezza a una Champions ”giocata al
http://www.calcioweb.eu/2012/12/spalletti-dopo-la-russia-la-premier/47125/
2012-12-03 18:58:06
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2012/12/spalletti.jpg
milan spalletti,spalletti,spalletti premier,spalletti zenit,zenit
In evidenza
Torna alla Home