Brasile nella bufera: stadi non pronti per Confederations

confederations cupLa Confederations Cup (15-30 giugno), primo grande test in vista dei Mondiali di calcio del 2014 in Brasile, potrebbe realizzarsi in stadi non completamente pronti. Lo sostiene il site sportivo ‘verdeoro’ ‘Lancenet’, secondo cui tecnici che seguono da vicino i lavori hanno reso noto che alcuni allestimenti dell’ultima ora, come certi equipaggiamenti tecnologici, potrebbero essere installati solo dopo l’inizio della competizione. Anche l’erba dei campi di gioco – sottolinea la stampa locale – in alcuni impianti probabilmente non rispettera’ gli standard suggeriti dalla Fifa.

I rischi maggiori in questo senso riguarderebbero gli stadi di Rio de Janeiro (il nuovo Maracana’, in cui l’Italia dovrebbe esordire nel torneo affrontando il Messico il 16 giugno) e Recife (dove gli azzurri hanno in programma il match del 19 giugno contro il Giappone di Zaccheroni). Pochi giorni fa, visitando la struttura di Brasilia, lo stadio ‘Mane’ Garrincha’ sede del match inaugurale del torneo Brasile-Giappone, il segretario generale della Fifa, Jerome Valcke, aveva dichiarato che l’ente da lui rappresentato non tollerera’ piu’ ritardi nella consegna degli stadi sede della prossima Coppa.

  14:25 30.01.13
Condividi
article
50722
CalcioWeb
Brasile nella bufera: stadi non pronti per Confederations
La Confederations Cup (15-30 giugno), primo grande test in vista dei Mondiali di calcio del 2014 in Brasile, potrebbe realizzarsi in stadi non completamente pronti. Lo sostiene il site sportivo ‘verdeoro’ ‘Lancenet’, secondo cui tecnici che seguono da vicino i lavori hanno reso noto che alcuni allestimenti dell’ultima ora, come certi equipaggiamenti tecnologici, potrebbero essere
http://www.calcioweb.eu/2013/01/brasile-nella-bufera-stadi-non-pronti-per-confederations/50722/
2013-01-30 14:25:19
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/01/confederations-cup.jpg
brasile,confederations cup,nuovo maracanà,rio de janeiro,ritardo consegna stadi,stadi confederations cup
Mondo
Torna alla Home