La storia di Oscar Pistorius: dalla gloria al dramma

PistoriusL’atleta olimpico e paralimpico sudafricano Oscar Pistorius e’ stato arrestato oggi dalla polizia sospettato di avere sparato ed ucciso la sua fidanzata. Il velocista 26enne, e’ stato il primo atleta con le due gambe amputate, a correre l’anno scorso ai Giochi Olimpici di Londra 2012, grazie all’uso di protesi al carbonio di ultima generazione. Pistorius passa cosi’ in un attimo dalla gioia di Londra al dramma di aver ucciso la sua compagna. La polizia si e’ limitata a confermare che una giovane donna e’ stata trovata morta nella casa di Pistorius a Pretoria questa mattina, con quattro colpi di pistola alla testa e al braccio. Si indaga per omicidio.

Gli agenti hanno trovato in casa una pistola nove millimetri ed hanno arrestato Pistorius che oggi stesso comparira’ davanti ad un tribunale, secondo il portavoce della polizia Katlego Mogale. Secondo la stampa locale ‘Blade Runner’, come viene soprannominato, avrebbe scambiato la donna con un rapinatore e avrebbe sparato per sbaglio, ma la polizia non ha confermato questa versione. Il tutto e’ avvenuto alle h:04,00 della mattina in Sudafrica ed i paramedici hanno dichiarato la vittima morta sul posto.

Pistorius ha fatto la storia dell’atletica con la sua partecipazione ai Giochi dell’anno scorso tra i normodotati oltre che con i paralimpici, ed ha anche portato la bandiera del Sudafrica nella cerimonia di chiusura. L’atleta e’ nato il 22 novembre 1986 senza la fibula, il lungo e sottile osso sul lato esterno della gamba da sotto il ginocchio alla caviglia, in entrambe le gambe. I suoi genitori, Henk e Sheila, solo dopo essersi consultati con i migliori dottori del settore nel mondo hanno preso la straziante decisione di amputare entrambe le sue gambe da sotto il ginocchio. L’operazione fu eseguita dal chirurgo ortopedico sudafricano Dott. Gerry Versveld.

I genitori di Oscar erano stati consigliati di effettuare l’amputazione di entrambe le gambe prima che Oscar avesse imparato a camminare perche’ sarebbe stato meno traumatico per lui e avrebbe notevolmente aumentato le sue possibilita’ di mobilita’ negli anni a seguire. Sei mesi dopo, Oscar ricevette il suo primo paio di protesi e, in pochi giorni, imparò a governarle perfettamente. Oscar giocava in particolare a pallanuoto e rugby al liceo. Nel giugno 2003 si ruppe un ginocchio giocando una partita di rugby per la sua scuola Boys High di Pretoria e temette allora, all’eta’ di 16 anni, di non poter piu’ continuare la sua carriera sportiva.

Su suggerimento del Dottor Versveld, Oscar inizio’ a correre per facilitare la riabilitazione del ginocchio e inizio’ ad allenarsi sotto la guida dell’allenatore Ampie Louw nell’Istituto della Scienza dello Sport dell’Universita’ di Pretoria. Da li’ inizio’ la sua storia di atleta paralimpico ed esempio per i ragazzi. Nel giugno 2004 gli venne dato il suo primo paio di protesi Ossur – Flex-Foot Cheetahs e, otto mesi dopo la sua prima corsa su pista, il sudafricano sollevo’ un grande entusiasmo nel mondo dell’atletica vincendo l’oro nei 200mt della categoria T44 alle Paralimpiadi di Atene, battendo il record mondiale con un tempo di 21.97.

Vinse anche una medaglia di bronzo nei 100mt e nel giro di una notte si ritrovò sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo. Incoraggiato dai suoi risultati ai giochi Paralimpici, decise di gareggiare contro atleti fisicamente integri e ai campionati sudafricani del marzo 2005 arrivo’ sesto nella finale dei 400mt. Fu al Golden Gala della IAAF nello stadio Olimpico di Roma il 13 luglio 2007 che Pistorius gareggio’ a livello internazionale contro atleti fisicamente integri. Nella gara ”B”, arrivo’ secondo nei 400mt con un tempo di 46.90 secondi.

Pistorius si concentro’ poi sulle Paralimpiadi di Pechino e divenne il primo atleta nella storia a vincere l’oro nei 100mt, 200mt e 400mt nelle categorie T43/T44, quest’ultima con un nuovo record paralimpico di 47.49 secondi. Il 21 febbraio 2009, Oscar fu vittima di un incidente in barca sul fiume Vaal a Johannesburg, che gli causo’ gravi lesioni alla testa e al viso. Fu portato in ospedale in elicottero dove rimase cinque giorni in terapia intensiva. L’incidente modifico’ il suo stile di vita e rafforzo’ i suoi obiettivi. Nel gennaio 2011, piu’ magro e piu’ in forma vinse tre titoli ai mondiali di atletica IPC in Nuova Zelanda, ma per la prima volta in sette anni fu battuto nei 100mt dall’americano Jerome Singleton.

Nell’estate del 2011 Oscar partecipo’ a numerose gare con atleti fisicamente integri con tempi inferiori ai 46 secondi, ma fu in Italia, a Legnano, il 19 luglio che ottenne il suo record personale di 45.07 secondi nei 400mt, qualificandosi per i campionati mondiali e per i giochi olimpici di serie ”A”. E’ il primo ed unico atleta amputato capace di vincere una medaglia in una competizione iridata per normodotati, ottenendo l’argento con la staffetta 4×400 metri sudafricana proprio ai Mondiali di Daegu (correndo soltanto in batteria). Nel 2012 ottiene sui 400 metri piani il minimo valido per la partecipazione ai Giochi Olimpici di Londra 2012, venendo convocato sia per la prova individuale sia per la staffetta 4×400 metri. Il 4 agosto supera agevolmente la sua batteria dei 400 m, correndo in 45″44, suo primato stagionale. Il giorno dopo prende parte alla semifinale, classificandosi 8° della propria serie con il tempo di 46″44 e venendo eliminato. In quest’occasione il campione del mondo Kirani James chiede e ottiene di scambiare con lui le pettorine con i rispettivi cognomi.

  14:49 14.02.13
Condividi
article
52503
CalcioWeb
La storia di Oscar Pistorius: dalla gloria al dramma
L’atleta olimpico e paralimpico sudafricano Oscar Pistorius e’ stato arrestato oggi dalla polizia sospettato di avere sparato ed ucciso la sua fidanzata. Il velocista 26enne, e’ stato il primo atleta con le due gambe amputate, a correre l’anno scorso ai Giochi Olimpici di Londra 2012, grazie all’uso di protesi al carbonio di ultima generazione. Pistorius
http://www.calcioweb.eu/2013/02/la-storia-di-oscar-pistorius-dalla-gloria-al-dramma/52503/
2013-02-14 14:49:04
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/02/Pistorius.jpg
omicidio fidanzata pistorius,oscar pistorius,PISTORIUS,pistorius arrestato,pistorius uccide findanzata
Altri Sport
Torna alla Home