Speciale: Dov’è finita la Lazio?

23549364_siena-lazio-petko-mai-in-partita-brilla-emeghara-doppietta-0Dopo la gara vista ieri al Franchi di Siena c’è proprio da chiedersi dove sia finita la Lazio: “è sfumata via con Klose“, “paga il turno di Coppa” o “ha solo un calo fisiologico di condizione”. La squadra vista ieri è la bruttissima copia di quella compatta e aggressiva vista fino a poco tempo fa far male alle grandi, passare il difficile turno in Coppa Italia con la Juventus, diventare anche per un periodo l’antagonista principale allo scudetto. Eppure già giovedì scorso gli uomini di Petkovic sembravano aver spazzato via ogni dubbio sul loro periodo no, facendo una partita a dir poco eroica a Mönchengladbach contro il Borussia, nel gelo della Renania i biancocelesti avevano dato una grande prova di forza riagguantando una partita storta in 10 con 3 rigori assegnati ai padroni di casa. Il gol di Kozak oltre il 90′ contro i tedeschi era apparsa come la svolta della stagione, uno di quei gol che da tanto morale e riporta il buon umore nello spogliatoio. Invece tonfa prima la Juve e il Napoli ha la grande occasione di andare a meno due e non la sfrutta, steccano poi anche lo stesso Napoli e l’Inter, e la Lazio crolla rovinosamente a Siena contro l’ultima in classifica, non sfruttando il turno più che favorevole 20130218_3v4av34non solo ad avvicinarsi alle prime due, ma soprattutto a tenere alla larga dal terzo posto le altre, il turno di Coppa alle italiane ha fatto proprio male. In pratica ride solo il Milan (che la Coppa ancora la deve giocare) in questo turno, adesso i rossoneri sono lì al terzo posto in concomitanza proprio con la Lazio. Quello che preoccupa Petkovic però più di ogni altra cosa, non sono tanto gli ultimi risultati, più che negativi per carità, ma è la prestazione a lasciare sconfortati. Uno dei punti di forza finora della Lazio era stata la difesa, un vero e proprio muro invalicabile, con Marchetti padrone indiscusso dell’area di rigore, invece nelle ultime giornate quella stessa difesa ha subito la bellezza di 13 gol in 6 klosepartite, quasi la metà di tutte quelle subite in stagione. L’attacco alla fine anche senza Klose non si è comportato male, Floccari e Kozak non hanno fatto sentire più di tanto la mancanza del Panzer tedesco, ma il vero segnale di questo periodo no è la fase difensiva: i 3 gol subiti a Siena pesano tantissimo, i 3 subiti in Germania sono stati compensati da altri 3 che fuori casa valgono doppio, altri 3 subiti col Genoa e 2 col Palermo, non certo squadre che stanno strabiliando in campionato. La Lazio sembra grande con le grandi e piccola con le piccola, anche troppo piccola, 2 punti nelle ultime 5 partite deve fare riflettere, forse è proprio l’approccio di cui parlava Petkovic in settimana il vero problema, le motivazioni sembrano mancare ed è apparso anche un sottile nervosismo, per usare un eufemismo, la reazione di Konko nel finale di Siena contro un tifoso laziale è una testimonianza del momento no e fa trasparire che anche i giocatori hanno appurato la difficoltà del momento e il fatto che non sono più soli al terzo posto e sono in compagnia di gente che sta meglio di loro. La crisi è arrivata anche in un periodo di calendario abbordabile, a parte la sfida pareggiata all’Olimpico col Napoli, le altre partite erano tutte contro squadre che occupano la parte bassa della classifica. Probabilmente nelle prossime uscite il tecnico cambierà qualcosa nelle gerarchie della difesa e del centrocampo per provare a invertire il trand negativo, anche se forse una delle cause da ricercare nella crisi laziale è il cambio modulo di petkovic_lazio_ansaPetkovic, che è passato dal solido 4-4-2 che ha fatto la fortuna della Lazio finora per tornare a 3-4-1-2 che sembra più che mai una scelta infelice. Lo svizzero non ha lasciato alibi alla sua squadra, dichiarando che non ci sono scuse, ma in cuor suo spera di ripetere la reazione di qualche tempo fa, quando dopo un sonoro 4 a 0 a Catania, i suoi aveva incanalato una lunghissima serie di risultati utili consecutivi. Adesso i biancocelesti sono attesi dal ritorno di Europa League giovedì in casa col Borussia Mönchengladbach e la sfida a questo punto delicata, visto l’andamento verificato con le provinciali, contro il Pescara all’Olimpico. Il tempo è galantuomo, se la Lazio era davvero a suo agio con le grandi lo scopriremo, come scopriremo anche se soffre di vertigini.

 

  13:02 19.02.13
Condividi
article
52971
CalcioWeb
Speciale: Dov’è finita la Lazio?
Dopo la gara vista ieri al Franchi di Siena c’è proprio da chiedersi dove sia finita la Lazio: “è sfumata via con Klose“, “paga il turno di Coppa” o “ha solo un calo fisiologico di condizione”. La squadra vista ieri è la bruttissima copia di quella compatta e aggressiva vista fino a poco tempo fa far
http://www.calcioweb.eu/2013/02/speciale-dove-finita-la-lazio/52971/
2013-02-19 13:02:12
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/02/956952-15719318-640-360.jpg
crisi lazio,europa league,floccari,Inter,Juventus,klose,konko,kozak,Lazio,Milan,momento no lazio,Napoli,petkovic,risultati lazio,ultimi risultati lazio
Catania
Torna alla Home