Spiritito di squadra, pressing e ripartenze; le mosse per addomesticare il Barcellona

Milan-Atalanta serie ANella conferenza stampa di Allegri e Montolivo, il tecnico e il trequartista hanno mostrato rispetto per il Barcellona, forse la squadra piú forte al mondo, ma hanno categoricamente rigettato la parte di vittima sacrificale per il Milan, soprattutto dopo essere cresciuto molto negli ultimi mesi, aver migliorato il proprio  gioco e la ritrovata stima e consapevolezza sui propri mezzi da parte del giovane e talentuoso team rossonero.

Il terzo posto nel campionato di calcio di serie a dopo il tonfo della Lazio contro il Siena, ha dato quella spinta psicologica che potrebbe fare la differenza in campo questa sera. Indipendentemente dal fatto che affrontiamo i migliori al mondo, la partita inizia dallo 0-0 e scenderemo in campo per creare i presupposti per passare il turno, altrimenti é inutile scendere in campo, ha dischiarato il tecnico Allegri.

Anche le parole di Montolivo  traspirano emozione ed orgoglio in attesa di una delle gare piú importanti della sua carriera fino a questo momento. Ci stiamo esprimendo bene e la partita con i Barcellona arriva forse nel momento migliore, anche se affrontiamo giocatori del calibro di Messi e Iniesta.

Dal punto di vista tattico, il Milan ha le carte in regola per fermare il Barcellona; un pressing difensivo  collettivo e raddoppi, facendo attenzione ai movimenti di Messi, molto pericoloso e capace di creare spazi e sovrannumero.

Il Barcellona non é piú quello di Pepe Guardiola, capace di un pressing asfiassiante; ora consente di respirare e di riorganizzare il gioco. Sconsigliato il pressing a tutto campo, per via delle capacitá di fraseggio degli avversari, e le marcature a uomo sui giocatori piú importanti, quali Messi ed Iniesta.

Messi ha sempre trovato difficoltá a giocare con le squadre italiane, chiuse e pronte al raddoppio. Dunque spirito di gruppo, sacrificio, pressing e ripartenze sembra essere la ricetta per addomesticare il Barcellona e tentare l’impresa.

I 19 convocati da Mister Allegri per la gara di Champions League contro il Barcellona. Abbiati, Amelia, Gabriel, Abate, De Sciglio, Mexes, Yepes, Zapata, Ambrosini, Boateng, Constant, Cristante (N.36), Montolivo, Muntari, Traorè, Bojan, El Shaarawy, Niang, Pazzini.

Assenti Flamini e Nocerino per problemi muscolari accusati durante la rifinitura. Ha invece recuperato Stephan El Shaarawy.

Articolo Pubbliredazionale

  17:52 20.02.13
Condividi
article
53112
CalcioWeb
Spiritito di squadra, pressing e ripartenze; le mosse per addomesticare il Barcellona
Nella conferenza stampa di Allegri e Montolivo, il tecnico e il trequartista hanno mostrato rispetto per il Barcellona, forse la squadra piú forte al mondo, ma hanno categoricamente rigettato la parte di vittima sacrificale per il Milan, soprattutto dopo essere cresciuto molto negli ultimi mesi, aver migliorato il proprio  gioco e la ritrovata stima e
http://www.calcioweb.eu/2013/02/spiritito-di-squadra-pressing-e-ripartenze-le-mosse-per-addomesticare-il-barcellona/53112/
2013-02-20 17:52:30
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/02/gazzetta13.png
Milan,milan barcellona
Articoli redazione CalcioWeb
Torna alla Home