Milan, un’eliminazione venuta nel peggiore dei modi

barcellona milanSono tanti gli elementi che potrebbero essere citati per assolvere il Milan, dopo la pesante sconfitta subita ieri al Camp Nou per 4 a 0. Si può tranquillamente dire, ad esempio, che il Barcellona sia stato uno dei migliori della stagione, con Xavi, Iniesta e Messi al top della forma. Si può dire che il Camp Nou era gremito in ogni ordine di posto, come nelle occasioni più importanti, creando un’atmosfera difficile da vivere per chiunque.

Si può dire che, al momento del sorteggio, nessuno avrebbe pensato che il Milan potesse passare il turno. Si può dire che Niang ha fallito un’occasione da goal a tu per tu con Victor Valdes che, qualora fosse stata trasformata, magari avrebbe potuto cambiare le sorti dell’incontro. Si può dire che i rossoneri hanno dovuto rinunciare, oltre che a Balotelli (inutilizzabile in Champions), a Pazzini, uomo cardine dell’attacco, che sarebbe stato fondamentale per far salire la squadra e dare manforte quando era necessario rifiatare. Insomma, ce n’è per non dare addosso ai rossoneri.

E però, in tutta onestà, qualcosa il Milan avrà pur sbagliato se, dopo aver vinto 2 a 0 in casa, ha perso al ritorno in maniera così consistente. Perchè una sconfitta ci può stare, l’eliminazione pure ma, per parafrasare un gergo quotidiano, c’è modo e modo. E la pecca maggiore, la squadra rossonera, l’ha palesata dal punto di vista caratteriale. Vero che alcuni giocatori scesi in campo, di esperienza in campo europeo non ne avevano molta.

E però, il Milan è parso subito impaurito, poco concentrato, per nulla propenso ad opporre degna reazione all’asfissiante pressing degli avversari. Del resto, 2 delle 4 reti segnate dai ‘blaugrana’ sono venute da errori individuali in fase di disimpegno, firmati peraltro da Ambrosini e Flamini, non certo due pivellini. Dal punto di vista tattico, invece, c’è poco da analizzare: ieri il Milan è stato surclassato, senza fare troppi giri di parole, anche se contro un Barcellona simile sarebbe stata dura per tutti.

Insomma, un fallimento vero e proprio, pur con tutte le attenuanti sopra citate. Peccato, viene da dire, perchè il 2 a 0 dell’andata aveva lasciato, giustamente, ben sperare. Per cui, quel che di buono il Milan ha da conservare, dopo questo doppio confronto, è la gara di qualche settimana addietro, dove ha fornito una lezione di calcio al Barcellona, alimentando entusiasmo e gioia nel cuore dei tifosi rossoneri. Una lezione che gli avversari hanno ripagato, con enormi interessi, nella serata di ieri.

  10:00 13.03.13
Condividi
article
54953
CalcioWeb
Milan, un’eliminazione venuta nel peggiore dei modi
Sono tanti gli elementi che potrebbero essere citati per assolvere il Milan, dopo la pesante sconfitta subita ieri al Camp Nou per 4 a 0. Si può tranquillamente dire, ad esempio, che il Barcellona sia stato uno dei migliori della stagione, con Xavi, Iniesta e Messi al top della forma. Si può dire che il
http://www.calcioweb.eu/2013/03/milan-uneliminazione-venuta-nel-peggiore-dei-modi/54953/
2013-03-13 10:00:54
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/03/barcellona-milan.jpg
Ambrosini,barcellona champions league,barcellona milan,barcellona milan 4 0,camp nou milan,Champions League,champions league barcellona,champions league milan,flamini,Milan,milan barcellona,milan camp nou,Milan Champions League,milan eliminato champions,niang,niang milan,niang milan barcellona,remuntada barcellona
Champions League
Torna alla Home