Serie A, Top e Flop 29^ giornata

Come consuetudine, il Lunedì di CalcioWeb, è dedicato interamente alla giornata di serie A appena trascorsa. Analizzando tutte le gare giocate, alcuni calciatori si sono distinti per le loro ottime prestazioni, altri sono stati solo un peso per i propri compagni. Ecco dunque la nostra rubrica sui Top e i Flop della 29^ giornata.

TOP11TOP 11

Abbiati 7: Non si fa mai trovare impreparato, da sicurezza al reparto difensivo della squadra di Allegri, e da prova di grande istinto in occasione del tiro di Ilicic nel secondo tempo, che il portierone rossonero riesce a parare nonostante una deviazione.
Antonelli 7: Il suo gol è servito a poco, ma Antonelli è stato autore di una buona partita. Sulla fascia sinistra spinge con costanza, anche se a dire il vero soffre un poco in fase difensiva. Giocatore in netta crescita.
Burdisso 6,5: 
Ingaggia un duello tutto fisico con Amauri che lo vede uscire vincitore al 90esimo. Sfiora il gol di testa e salva un gol fatto buttandosi a corpo morto su Parolo.
De Sciglio 6,5:
 Cala nella ripresa, ma per larghi tratti è il migliore dei suoi insieme a Balotelli. Spinge a meraviglia, mette dentro dei cross precisi e sembra un veterano in chiusura. Perché non ha giocato al Camp Nou?
Cuadrado 7: 
L’esterno colombiano è in giornata di grazia. Sulla fascia destra fa quello che vuole. Approfitta di un’indecisione di Tzorvas per ribadire in rete la palla del 2-1. 
Aquilani 7: 
Non sembra al meglio fisicamente, ma da prova della sua immensa tecnica. Fa un’ottima partita, coronata da un meritatissimo gol, che apre le marcature per la Viola.
Marchisio 7,5: Gol e tanto altro per Claudio Marchisio, che sembra migliorare giorno dopo giorno. Fa da collante tra centrocampo ed attacco, dopo Pirlo è probabilmente lui il giocatore più importante per Conte.
Gomez 7,5: Partita fenomenale del Papu. Non solo per i gol, ma anche per il gioco espresso, da lui e da tutto il Catania di Maran, che sta dando spettacolo, ottenendo anche ottimi risultati.
Totti 8:
Gli anni passano per tutti, tranne per Francesco Totti. Domina la gara dal punto di vista caratteriale, ed è presente in tutte le azioni pericolose della sua Roma. Il suo voto è lievitato anche per la punizione che nel secondo tempo illumina l’Olimpico, non quella del gol, ma il calcio piazzato precedente che va a sbattere sulla traversa a Mirante battuto.
Cavani 7,5:
Torna al gol dopo un digiuno inconsueto per un centravanti come l’uruguaiano. La sua doppietta è fondamentale per tener lontano il Milan, se ritrova il suo ritmo sarà un gran finale di stagione per il Napoli.
Balotelli 7: 
E’ il più in palla di tutto il Milan e fa la differenza, non soltanto per i due gol che pesano come macigni su una partita più equilibrata di quanto non dica il punteggio. Tiene palla, fa salire la squadra e quando può triangola anche con i compagni di reparto, non brillantissimi a dire il vero. E sale a 7 gol in 6 partite dal ritorno in Italia. Non male.

FLOP11Flop 11

Sorrentino 5: Stefano Sorrentino non è certamente abituato a trovarsi in questa classifica, ma ieri non è stato all’altezza dell’importanza della gara. Il secondo gol di Balotelli è stato un vero e proprio regalo.
Aronica 4,5: L’esperienza dove è finita? Il rigore causato per trattenuta su Balotelli è da pivellino. Ma purtroppo non è stato l’unico errore di un Aronica distratto e confuso.
Cannavaro 5: L’autogol poteva rovinare la gara del Napoli, ma per fortuna di Cannavaro tutto si è risolto positivamente, anche se da lui ci si aspetta senz’altro qualcosa di meglio.
Ciani 3: Cosa sia passato per la testa del francese, probabilmente non lo sa nemmeno lui. Gioca un quarto d’ora prima di farsi espellere per due falli in breve successione, che lasciano in 10 la Lazio. Rovina la gara ai suoi, Petkovic ne terrà conto.
Naldo 4,5: Cambio scellerato di Pioli, che si getta la zappa sui piedi. Entra sullo 0-0 ed è una calamità naturale. Dal suo lato arrivano i due gol della Juventus, non è mai entrato in gara.
Cassani 5: Forse gli sembrava di giocare ancora per la Fiorentina. Regala un gol ai suoi ex compagni, ma non è l’unico errore di una partita non all’altezza del terzino genoano.
Perez 5: Partita di sostanza la sua, anche troppa. Randella dal primo all’ultimo minuto chiunque gli si ponga davanti, a nostro parere avrebbe meritato l’espulsione.
Sestu 5: Viene sostituito a fine primo tempo da Reginaldo, a causa di una prestazione molto lontana dai suoi standard degli ultimi mesi. Fuori forma, sbaglia troppo e viene giustamente tirato fuori da Iachini.
Ledesma 5: La regia era tutta nelle sue mani data l’assenza di Hernanes, ma lui non riesce mai a costruire qualcosa di buono. Ha probabilmente pagato le condizioni del campo innevato, che limitavano il suo tasso tecnico.
Kozak 5: La Lazio ha avuto poche occasioni, ma lui si è fatto trovare sempre impreparato. Incespica goffamente nel secondo tempo dopo una buona cavalcata di Lulic.
Sculli 4,5: Arrivato a Pescara per dare un qualcosa in più, ma non è mai riuscito a rispettare le aspettative. Anche ieri poco incisivo.

  11:54 18.03.13
Condividi
article
55296
CalcioWeb
Serie A, Top e Flop 29^ giornata
Come consuetudine, il Lunedì di CalcioWeb, è dedicato interamente alla giornata di serie A appena trascorsa. Analizzando tutte le gare giocate, alcuni calciatori si sono distinti per le loro ottime prestazioni, altri sono stati solo un peso per i propri compagni. Ecco dunque la nostra rubrica sui Top e i Flop della 29^ giornata. TOP
http://www.calcioweb.eu/2013/03/serie-a-top-e-flop-29-giornata/55296/
2013-03-18 11:54:17
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/03/totti.jpg
flop 11 serie a,flop serie a,migliori serie a,peggiori serie a,Serie A,top 11 serie a,top e flop,top e flop serie a,top serie a,voti serie a
News
Torna alla Home