Stramaccioni fissa le priorità: “Terzo posto obiettivo principale”

stramaccioni polemicoNon c’e’ da ripartire ma solo da continuare a lavorare. Con il Bologna e’ una partita importantissima e fare risultato e’ la ricetta migliore per continuare la nostra corsa, dobbiamo essere concentrati e pronti a dare una risposta sul campo”. Andrea Stramaccioni chiede all’Inter un riscatto immediato in campionato dopo lo tre sberle rimediate sul campo del Tottenham in Europa League. ”E’ una sconfitta che brucia tanto – ammette il tecnico nerazzurro -, ma ora voltiamo pagina. Pensiamo al Bologna e poi giovedi’ proveremo a ribaltare il risultato”. La vigilia della partita contro il Bologna coincide con le celebrazioni per i 105 anni della storia del club. ”E’ un orgoglio pazzesco e incredibile, per me allenare l’Inter e’ un sogno che si e’ realizzato lo scorso anno. Ieri, dopo una sconfitta, vedere tanta gente vicina alla squadra, alla societa’ e anche a me ci ha dato grande gioia e spinta. I tifosi penso che abbiano perfettamente capito il momento. Tutto questo ci da’ una doppia forza”, sottolinea il tecnico.

E’ normale che ci siano delle difficolta, il presidente ha intrapreso un progetto e in questa stagione abbiamo incontrato alti e bassi che non ci hanno permesso di avere continuita’. Siamo stati li’ davanti e siamo arrivati a un punto dalla prima, poi sono iniziati tanti problemi che ci hanno condizionato”, continua Stramaccioni alludendo agli infortuni, precisando poi che questo ”non e’ un alibi”. ”Dobbiamo correre fino alla fine e raggiungere gli obiettivi prefissati. Per quanto riguarda la lotta per il terzo posto dobbiamo guardare soprattutto a noi e vincere le partite, visto che spesso non siamo riusciti a fare bottino pieno quando le altre non hanno fatto risultato. Poi e’ ovvio che butteremo un occhio anche a chi ci sta davanti: ieri il Milan ha vinto e dobbiamo cercare di fare risultato pieno per rimanere in scia”.

Stramaccioni chiede pazienza. ”E’ facile avviare un progetto, piu’ difficile mantenerlo e proseguirlo. Questa e’ una piazza difficile, siamo l’Inter e le critiche, quando si perde, sono normali. Ma non e’ costruttivo mettere in discussione il progetto ogni volta che arriva una sconfitta”. ”Io – aggiunge – non mi sono mai tirato indietro, tutti abbiamo commesso degli errori ma stiamo lavorando per riportare l’Inter ad essere grande. Non abbiamo snobbato l’Europa League, ma per noi fin dal primo giorno l’obiettivo e’ stato quello di tornare a fare la Champions, anche per quello che ne consegue in benifici economici. Ma non abbiamo mai considerato obiettivi meno importanti l’Europa League o la coppa Italia. Abbiamo fatto di tutto per onorare la partita col Tottenham, sono scesi in campo i migliori ma il problema e’ che tolti i Primavera avevo 12-13 giocatori disponibili”.

Al ritorno contro gli Spurs servira’ un miracolo. ”E’ ovvio che si e’ messa in salita ma noi giovedi’ metteremo tutte le nostre forze sul campo per cercare di vincere e provare a riaprire il discorso qualificazione. Dopo Londra c’e’ grande rabbia, abbiamo incontrato il Tottenham nel loro migliore momento e noi in un periodo poco fortunato, eppure rimango dell’idea che fra le due squadre non ci siano tre gol di differenza. Ma ora abbiamo una partita di campionato altrettanto importante e pensiamo solo a questa”. Una battuta, infine, su Antonio Cassano: ”Cassano sovrappeso? Sono cose nostre, dati sensibili che gestiamo in grande riservatezza, ma a me non risulta assolutamente. Negli ultimi test e’ risultato in linea con le nostre tabelle, non trovate nessuna conferma da me su questo elemento. Io pentito dello scambio con Pazzini? E’ stato fatto un affare che entrambi i club hanno reputato vantaggioso e sono soddisfatto. Sono scelte che andavano valutate all’epoca, poi le valutazioni sono in linea con il momento della squadra. Quando l’Inter andava a gonfie vele veniva reputato uno scambio a nostro favore. Io farei altre 100 volte la scelta di puntare su Milito”.

  16:15 09.03.13
Condividi
article
54643
CalcioWeb
Stramaccioni fissa le priorità: “Terzo posto obiettivo principale”
”Non c’e’ da ripartire ma solo da continuare a lavorare. Con il Bologna e’ una partita importantissima e fare risultato e’ la ricetta migliore per continuare la nostra corsa, dobbiamo essere concentrati e pronti a dare una risposta sul campo”. Andrea Stramaccioni chiede all’Inter un riscatto immediato in campionato dopo lo tre sberle rimediate sul
http://www.calcioweb.eu/2013/03/stramaccioni-fissa-le-priorita-terzo-posto-obiettivo-principale/54643/
2013-03-09 16:15:19
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2012/10/Stramaccioni1.jpg
andrea Stramaccioni,andrea stramaccioni inter,bologna-inter,inter bologna,inter europa league,inter-tottenham,Stramaccioni,stramaccioni bologna inter,stramaccioni inter,stramaccioni inter bologna,tottenham-inter
Inter
Torna alla Home