Juventus, complimenti! Confermarsi non era facile, ma adesso bisogna ancora crescere

25798-antonio-conte-allenatore-della-juventusE così la Juventus, a meno di improbabili disastri, dopo la vittoria di ieri è virtualmente Campione d’Italia. Era difficile tornare alla ribalta, ma era ancora più difficile confermarsi, eppure Conte ce l’ha fatta, migliorando il risultato conseguito un anno fa. Poco importa se a tenere testa ai bianconeri non ci sia stato il Milan di Ibrahimovic; il presunto indebolimento delle avversarie non può sminuire un cammino lineare e sempre in crescita di una squadra che non ha mai perso, eccetto l’1-2 contro la Sampdoria, contro formazioni di caratura medio-bassa. È proprio grazie alle vittorie accumulate contro le “provinciali” della serie A, che la Juve è riuscita ad incrementare il vantaggio contro le rivali che le si sono poste di fronte durante il campionato: in successione Napoli, Fiorentina, Inter, Lazio e poi ancora Napoli, tutte fortemente respinte proprio nel momento in cui sembravano in grado di effettuare un insperato sorpasso. Se dunque lo scorso è stato un campionato vinto in rimonta contro quel Milan che era sulla carta nettamente più forte, questo è stato diverso perchè conquistato difendendo un primato assoluto quasi mai messo in discussione, tenendo dalla prima giornata la testa della classifica e reggendo il peso delle pressioni che fino a maggio 2012 erano assenti.
Il merito di Conte è evidente: la Juventus, eccetto la mini-crisi di inizio anno che l’ha vista conquistare 1 punto tra Sampdoria e Parma, è sempre riuscita a vincere dopo le poche sconfitte subite e non dare continuità agli insuccessi è fondamentale per arrivare in fondo in qualsiasi competizione.

Sono soltanto due i nei della perfetta stagione juventina: l’eliminazione in Coppa Italia, arrivata con una rete decisamente evitabile realizzata nei minuti di recupero dalla Lazio su azione d’angolo e l’eliminazione dalla Champions, avvenuta, nonostante tutte le dichiarazioni di circostanza che hanno evidenziato la netta superiorità del Bayern, in malo modo.
Ma va fatto un passo alla volta, questo è stato l’anno della conferma, il prossimo dovrà essere quello del salto di qualità, i tifosi se l’aspettano e la Juventus ha voglia di tornare quella grande squadra che nell’ Europa che conta ha disputato 7 finali.

  11:15 16.04.13
Condividi
article
56849
CalcioWeb
Juventus, complimenti! Confermarsi non era facile, ma adesso bisogna ancora crescere
E così la Juventus, a meno di improbabili disastri, dopo la vittoria di ieri è virtualmente Campione d’Italia. Era difficile tornare alla ribalta, ma era ancora più difficile confermarsi, eppure Conte ce l’ha fatta, migliorando il risultato conseguito un anno fa. Poco importa se a tenere testa ai bianconeri non ci sia stato il Milan di Ibrahimovic;
http://www.calcioweb.eu/2013/04/juventus-complimenti-confermarsi-non-era-facile-ma-adesso-bisogna-ancora-crescere/56849/
2013-04-16 11:15:17
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/04/25798-antonio-conte-allenatore-della-juventus.jpg
Antonio Conte,Fiorentina,Inter,Juve,Juventus,Lazio,Milan,Napoli,Sampdoria
Editoriali
Torna alla Home