Mazzarri è preoccupato: “Temo molto il Pescara”

Juventus-Napoli serie APescara? Sono preoccupato perche’ so come va il calcio. Un mio amico, un ex allenatore, che tifa per noi mi ha mandato un sms dicendo che questa e’ una partita insidiosa. L’ho detto pure ai ragazzi. Il Pescara meritava di vincere a Roma, gioca bene da quando c’e’ Bucchi in panchina: si vedeva che avrebbe fatto carriera. Inconsciamente puo’ sembrare una partita in cui il Napoli ce la fa sicuramente. Se pensiamo questo, andiamo incontro ad una brutta figura. Faccio di tutto per evitare problemi“. Walter Mazzarri non si fida del Pescara, prossimo avversario del Napoli in campionato e mette in guardia la sua squadra dalle insidie.

Insigne prima punta? Ci ho parlato anche ieri, abbiamo meccanismo che lui conosce bene. A Torino, ad esempio, la squadra ha fatto una grande partita e non c’era Cavani perche’ arrivo’ tardi dalla nazionale. Puo’ fare la prima punta o alternarsi, decidero’ domani. Non e’ detto che sia prima punta, ma si gioca molto tra le linee con caratteristiche congeniali sia ad Insigne, che a Pandev e ad altri giocatori. E’ un grande giocatore che sta crescendo e che sta facendo bene, sta maturando in un percorso naturale che sta facendo nel migliore dei modi“, prosegue il tecnico.

Che sulle parole di De Sanctis ieri aggiunge. “Ha ragione, Napoli e’ una piazza complicata e bella. Quando sono arrivato io, ho accettato perche’ la sfida era di livello. Dopo che ci sei stato e ce l’hai fatta, e’ un bagaglio d’esperienza che uno si portera’ dietro per tutta la carriera“. Poi su Inler aggiunge: “mi aspetto che abbia recuperato la sua efficienza di forma, era un pochino sottotono nelle ultime gare, c’erano tante partite da fare. Abbiamo fatto un campionato di vertice ed ha avuto un momento in cui era appannato, ma per noi e’ importante“.

Il Napoli ha fatto molto sotto la gestione Mazzarri e molto ancora potra’ fare, un po’ in stile Borussia Dortmund. “La squadra ha gia’ fatto tanto in quattro anni di mia gestione, siamo gia’ a livello del Borussia. In questo momento l’elite del calcio e’ tedesco: i dati vanno esaminati. Il Dortmund ha vinto il campionato per due anni consecutivi, ma nel 2007 era tredicesimo. Ci hanno messo cinque anni. Me ne manca uno? Conquistiamo prima questo risultato. Sicuramente e’ piu’ facile seminare dove uno gia’ e’ stato se ci sono i presupposti giusti –spiega Mazzarri-. Serve anche pazienza per arrivare a certi risultati“.

In Italia in certe piazze e’ piu’ difficile, ci vuole un cambio di mentalita’. “In Germania la mentalita’ e’ diversa. Credo di aver dato una mentalita’ precisa, dobbiamo evidenziarla pure domani. Il ritardo del nostro calcio? Abbiamo un po’ toccato il fondo, da qui a poco torneremo ad essere competitivi. Non ci manca tanto. Naturalmente ci vuole anche l’organizzazione di base“. Il tecnico dei partenopei si aspetta molto dalle sue punte. “Mi aspetto molto dagli attaccanti considerando l’assenza di Cavani. L’importante e’ fare goal: voglio maggiore cattiveria. Armero? Proprio perche’ non voglio dare l’impressione che il Pescara sia facile, schiero la migliore formazione. Noi dobbiamo fare nove punti e facciamoli al piu’ presto. Armero ha fatto bene, ma anche Maggio e Zuniga hanno avuto un ottimo rendimento. Armero puo’ fare anche la mezz’ala, non credo di partire con lui cosi’ a Pescara. L’unico dubbio e’ tra Campagnaro e Gamberini“.

  14:10 26.04.13
Condividi
article
57570
CalcioWeb
Mazzarri è preoccupato: “Temo molto il Pescara”
“Pescara? Sono preoccupato perche’ so come va il calcio. Un mio amico, un ex allenatore, che tifa per noi mi ha mandato un sms dicendo che questa e’ una partita insidiosa. L’ho detto pure ai ragazzi. Il Pescara meritava di vincere a Roma, gioca bene da quando c’e’ Bucchi in panchina: si vedeva che avrebbe
http://www.calcioweb.eu/2013/04/mazzarri-e-preoccupato-temo-molto-il-pescara/57570/
2013-04-26 14:10:54
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/02/mazzarri.jpg
cavani,insigne,mazzarri,mazzarri napoli,napoli mazzarri,napoli pescara,Pescara-Napoli,Walter Mazzarri
In evidenza
Torna alla Home