LA MEGLIO GIOVENTU’ – Christian Eriksen

eriksenDomenica 5 Maggio all’Amsterdam Arena, grazie al 5-0 rifilato al Willem II, l’Ajax ha potuto festeggiare il suo 32° titolo nazionale, il terzo consecutivo con Frank de Boer in panchina. Tra i protagonisti della cavalcata dei Lancieri vi è l’ormai affermato talento danese Christian Eriksen, uno dei più utilizzati in assoluto in questa stagione, presente 32 volte su 33.
Nessuno conosce il trequartista danese come mister de Boer, che ne coltiva il talento da quando, da allenatore delle giovanili del club lo vide arrivare dall’Odense nei campi del De Toekomst, letteralmente “il futuro”, un vero e proprio modello di settore giovanile, ormai storicamente rinomato in tutto il pianeta come infinita fucina di talenti, dove il ragazzo tra campo e palestra ha completato la sua evoluzione.

A Middelfart, una cittadina di sole 20.000 anime situata nell’isola danese di Fionia, il 14 Febbraio del 1992 nacque Christian Eriksen. Fin dall’età di tre anni si capisce subito che il miglior amico di Christian è il pallone, e fin da subito i genitori per placarne gli animi e salvare la mobilia di casa, lo iscrivono nel Middelfart G&BK. Non capita tutti i giorni in Danimarca di vedersi di fronte un ragazzino con grande qualità, dopo il grande Michael Laudrup e il più recente Martin Jorgensen, di talenti danesi si ricorda davvero poco.

Christian EriksenNel 2005 l’allora 13enne danese continua a coltivare la sua passione sotto il mito di Laudrup e con un occhio alla Serie A, uno dei suoi campionati preferiti, per studiare ed imparare dal suo idolo, Francesco Totti. Nel frattempo, l’Odense, una delle squadre più importanti della nazione lo mette sotto contratto nel suo settore giovanile. Il suo passaggio all’Odense, il ruolo da protagonista che recita con la Danimarca Under17 e il riconoscimento di miglior talento danese inizia a porlo sotto la lente di ingrandimento dei maggiori club europei: Milan, Chelsea, Ajax, Barcellona.
Gli osservatori dello Jong Ajax, la squadra riserve dell’omonimo club, vuole investire nell’ottima tecnica mostrata dal ragazzo, e fa bene: i difetti da migliorare non sono molti, lavorando sul fisico e sull’intelligenza tattica il gioco è fatto, ne esce fuori l’ennesima scoperta di una società che ha sempre fatto dei giovanili la linfa vitale del club. Gli accorgimenti fatti in Olanda sui suoi fondamentali sono un toccasana, la sua caratteristica principale diventa l’accortezza tattica: la sua capacità di trovare l’ultimo passaggio smarcante è il suo marchio di fabbrica. Eriksen è un costruttore di gioco con un’ottima accelerazione con la palla e spesso riesce a trovare la conclusione con un tiro potente e preciso, per questo è stato paragonato a Sneijder e Van der Vaart, due vecchie conoscenze dei Lancieri.

In quattro anni con l’Ajax oltre ai riconoscimenti personali, ha visto anche arrivare 3 piatti Eredivisie e 1 Coppa d’Olanda, quattro anni che ne hanno visto l’ascesa da promessa del club a giocatore simbolo. Da quando ha esordito a 18 anni contro la Juventus in Europa League, ha giocato sempre con più continuità. Di anno in anno nelle sue statistiche la voce presenze è sempre stata costante, è aumentata assieme alla sicurezza nei propri mezzi, la voce dei gol e degli assist: 30 le reti totali (10 quest’anno) e ben 60 gli assist, numeri tondi di quattro anni da protagonista con gli olandesi.

Christian-Eriksen (1)Probabilmente quella in corso sarà l’ultima stagione in maglia biancorossa, il Liverpool pare aver strappato più di una parola per averlo in reds il prossimo anno. Anche se il calciomercato è lungo e imprevedibile, ed è sempre vivo l’interesse delle italiane Milan, Juventus e Roma, assieme alle altre. Il talento di Chrisitan è ormai una realtà del calcio europeo, perno della sua Nazionale, lui che agli ultimi Mondiali era soprannominato Little Brother, per via di quella differenza di età tra lui e il più grande della squadra, Jorgensen, di ben 17 anni. Il Piccolo Fratello si è ormai fatto grande e ha bruciato tutte le tappe, in attesa di vederlo da vicino magari in Italia, col soprannome del suo idolo lo congediamo, Christian Eriksen: il Pupone della Meglio Gioventù.

Leggi tutti gli articoli de “La Meglio Gioventù” QUI

  12:03 07.05.13
Condividi
article
58243
CalcioWeb
LA MEGLIO GIOVENTU’ – Christian Eriksen
Domenica 5 Maggio all’Amsterdam Arena, grazie al 5-0 rifilato al Willem II, l’Ajax ha potuto festeggiare il suo 32° titolo nazionale, il terzo consecutivo con Frank de Boer in panchina. Tra i protagonisti della cavalcata dei Lancieri vi è l’ormai affermato talento danese Christian Eriksen, uno dei più utilizzati in assoluto in questa stagione, presente
http://www.calcioweb.eu/2013/05/la-meglio-gioventu-christian-eriksen/58243/
2013-05-07 12:03:38
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/05/Christian-Eriksen.jpg
ajax,ajax amsterdam,ajax campione 2013,amsterdam,amsterdam arena,Barcellona,calciomercato,campione d'olanda 2013,chelsea,christian eriksen,coppa d'olanda,danimarca,de boer,de toekomost,eredivisie,eriksen,eriksen ajax,eriksen danimarca,Francesco Totti,frank de boer,giovani talenti,Italia,jong ajax,jorgensen,Juve,lancieri,laudrup,little brother,liverpool,meglio gioventù,michael laudrup,middelfart,Milan,mondiali,odense,olanda,pupone,Roma,scudetto ajax 2013,Serie A,talenti,talenti calcio,Totti,under 17
Editoriali
Torna alla Home