LA MEGLIO GIOVENTU’ – Riccardo Saponara

243959hp2Se ti chiami Riccardo e sei noto come Ricky per amici e tifosi, se il tuo idolo è Kakà con cui hai in comune il nome, se come lui inizi a giocare col 22 sulle spalle e poi come lui scegli il numero 8 quando c’è da cambiare, se per te il Milan rappresenta il calcio, allora sei arrivato nel posto giusto. Già, Riccardo Saponara ha la fortuna e il merito di rientrare nel nuovo progetto di ringiovanimento dei rossoneri, del quale farà parte a tutti gli effetti dal prossimo Giugno.

Forlì, 21 Dicembre 1991, nasce Ricky, che inizia la sua avventura calcistica nella frazione vicina di San Marino in Strada, dove in tenera età muove i primi passi con la Scuola Calcio Sammartinese. Da qui passa in un’altra compagine locale, lo Sporting Forlì, che lo accoglie nel suo settore giovanile fino a quando nel 2007, a 16 anni, viene notato dagli osservatori del Ravenna, che lo tesserano con la primavera giallorossa. Gianluca Atzori, ai tempi tecnico dei Leoni, crede che Ricky seppur giovane può essere utile alla causa dei suoi, così lo convoca in prima squadra, e lo schiera per tre volte nella Prima Divisione della Lega Pro.

A notarlo sul campo del Benelli, stadio ravennate, sono i talent scout dell’Empoli, che invaghiti dal gioco del giovane, grazie ad una compartecipazione da 750 mila euro, lo portano con loro nella Primavera toscana, ormai a tutti gli effetti una bella realtà del calcio giovanile in Italia. Per due stagione Ricky si forma con la Primavera, e i talent degli azzurri hanno il tempo di capire meglio che la loro impressione non era sbagliata, così decidono di coprire l’intero cartellino versando altri 500 mila euro nelle casse del Ravenna. Ad Empoli, essendo uno dei migliori elementi del vivaio, viene spesso convocato da mister Aglietti in prima squadra, così nella sua prima stagione in toscana gioca in 17 occasioni, di cui 7 da titolare.

Italia-Inghilterra amichevole under 21Dopo la prima esperienza cadetta, nel 2011 alla sua seconda stagione, riesce a trovare la prima rete tra i professionisti contro la Reggina nel 3a2 rifilato ai calabresi al Castellani, rimarrà l’unico gol della stagione per lui, che però a fine anno potrà vantare ben 30 presenze totali, riuscendo ad esibire la sua qualità, guadagnandosi anche la convocazione con l’Italia Under 21, della quale diventerà poi un elemento imprescindibile, e con la quale quest’estate giocherà l’Europeo di categoria in Israele agli ordini di Devis Mangia, palcoscenico che storicamente ha regalato agli azzurrini grandi soddisfazioni, e dal quale sono tornati vincitori futuri campioni del nostro calcio, da Totti a Del Piero, da Buffon a Vieri, per ricordarne qualcuno.

AS Varese v Empoli FC - Serie BPoco prima dell’inizio della stagione attuale (2012/13), il Parma si era voluto assicurare il ragazzo in comproprietà, lasciandolo crescere ad Empoli, in quello che è il campionato dell’esplosione di Ricky, che ha lasciato letteralmente tutti di stucco, grazie anche al lavoro del nuovo tecnico Maurizio Sarri, che accentrandolo dietro il duo Maccarone-Tavano, da trequartista puro, gli ha concesso più libertà di svariare e di inventare giocate per i compagni, scoprendone anche una vena realizzativa sconosciuta, 9 gol quest’anno per uno che votato al sacrificio è più incline a mandare in gol gli altri grazie alla buona visione di gioco.

Dopo la prima parte di questa straordinaria stagione, la lungimiranza di Adriano Galliani si è fatta valere, portandolo nel mercato di gennaio, davanti ad una concorrenza che diventava più folta di partita in partita, e che è stata anticipata dall’AD rossonero a fronte di un’offerta di 4 milioni per la seconda metà del cartellino: un investimento che rientra nei nuovi parametri delle squadre italiane, sempre più bassi, che forse per necessità hanno finalmente riaperto gli occhi sull’importanza del settore giovanile, abbandonando la teoria del “se non sono esperti non possono fare la Serie A”. E poi si sa, il Made in Italy tira sempre, anche nel calcio, basta crederci e dare fiducia ai tanti talenti italiani che escono dai nostri vivai, e che come Ricky Saponara tengono alto il nome della Meglio Gioventù di casa nostra.

Leggi gli altri articoli de “La Meglio Gioventù”.

  10:27 22.05.13
Condividi
article
59466
CalcioWeb
LA MEGLIO GIOVENTU’ – Riccardo Saponara
Se ti chiami Riccardo e sei noto come Ricky per amici e tifosi, se il tuo idolo è Kakà con cui hai in comune il nome, se come lui inizi a giocare col 22 sulle spalle e poi come lui scegli il numero 8 quando c’è da cambiare, se per te il Milan rappresenta il
http://www.calcioweb.eu/2013/05/la-meglio-gioventu-riccardo-saponara/59466/
2013-05-22 10:27:42
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/05/243959hp2.jpg
alfredo aglietti,benelli,castellani,devis mangia,empoli,europeo under 21,europeo under 21 2013,forlì,galliani,gianluca atzori,Inter,Italia,italia under 21,lega pro,maccarone,made in italy,maurizio sarri,meglio gioventù,Milan,parma,play off serie b,prima divisione lega pro,ravenna,Reggina,riccardo saponara,ricky saponara,rickygol,sammartinese,san marino,saponara,saponara empoli,saponara milan,sporting forlì,talenti calcio,talenti italiani,talenti italiani calcio,tavano,under 21
Editoriali
Torna alla Home