Orgoglio Heynckes, congedo con Champions

heynckesIl miglior addio possibile al Bayern Monaco: come gia’ in occasione del suo precedente trionfo, nel 1998 alla guida del Real Madrid, Jupp Heynckes si congeda dal Bayern Monaco alzando al cielo la Champions League. Un successo che segue quello della Bundesliga e che potrebbe culminare con la tripletta in Coppa di Germania tra una settimana. Alla vigilia della finale, il tecnico bavarese aveva fatto sfoggio di certezze, ma il titubante avvio gara della sua squadra ha richiesto accorgimenti all’intervallo. ”Nella prima mezz’ora non c’eravamo in campo, non eravamo in partita. Entrambe le squadre sentivano la pressione del momento ma per noi, che da tutti eravamo indicati come i favoriti, e’ stata ancora piu’ difficile. Sono dovuto intervenire nell’intervallo per cambiare alcune cose. Ed ha funzionato”. Ma per il perfetto addio manca ancora una partita, la finale di Coppa di Germania che potrebbe completare una fantastica tripletta. ”Ora festeggiamo che ce lo meritiamo ma poi vogliamo vincere anche l’ultima partita della stagione. Complimenti ai miei ragazzi, sono una squadra fantastica, non potevo chiedere di piu”‘, conclude Heynckes. Emozionato fin quasi all’incredulita’ il match-winner, Arjen Robben. ”E’ difficile esprimere il mio stato d’animo perche’ sento troppe emozioni in questo momento – ha dichiarato l’ala olandese -. Lo scorso anno e’ stata una tale delusione che non vedevamo l’ora di riscattarci. E poi per noi questa era la terza finale in quattro anni. Sentivamo di meritarci questa coppa, ma e’ stata davvero dura. Ho pensato a tutta la mia carriera quando ho segnato, e’ stato un brivido bellissimo”. Non cerca alibi, al contrario dimostra una lucidita’ d’analisi pari solo alla sportivita’ Jurgen Klopp. Smaltita la delusione con un battibecco con Pierluigi Collina, il tecnico del Borussia Dortmund ha riconosciuto la flessione della sua squadra nel finale. ”Abbiamo disputato una grande partita, e ai miei giocatori ho detto che torneremo a giocare una finale. Magari non a Wembley, ma giocheremo un’altra finale – le parole di Klopp -. Bisogna sempre rispettare il risultato del campo, dunque complimenti al Bayern che ha vinto. Non ho visto il gol decisivo, e’ scaturito da una punizione e noi non eravamo disposti in modo corretto. A quel punto pero’ era troppo tardi per reagire. Per noi e’ stata una stagione molto dura, e si e’ visto dopo la mezz’ora della ripresa”. Ma la chiusura e’ d’orgoglio. ”Abbiamo perso ma questa sera abbiamo dimostrato che abbiamo meritato di arrivare fin qui, di giocarci questo importante trofeo. Forse non e’ la cosa piu’ importante, ma deve comunque restare in noi questa consapevolezza”.

  00:42 26.05.13
Condividi
article
59822
CalcioWeb
Orgoglio Heynckes, congedo con Champions
Il miglior addio possibile al Bayern Monaco: come gia’ in occasione del suo precedente trionfo, nel 1998 alla guida del Real Madrid, Jupp Heynckes si congeda dal Bayern Monaco alzando al cielo la Champions League. Un successo che segue quello della Bundesliga e che potrebbe culminare con la tripletta in Coppa di Germania tra una
http://www.calcioweb.eu/2013/05/orgoglio-heynckes-congedo-con-champions/59822/
2013-05-26 00:42:43
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/05/heynckes1.jpg
congedo con Champions,Heynckes,Heynckes bayern,Heynckes bayern minaco,Heynckes champions,Heynckes champions league,Heynckes congedo,Heynckes futuro,Heynckes licenziato,Orgoglio Heynckes
Champions League
Torna alla Home