Il Brasile celebra ‘O Rei’: il 7 giugno apre il “Museo di Pelè”

pelèChi ne avra’ il tempo durante il Mondiale brasiliano ha un luogo imperdibile dove andare se ama davvero il calcio. Il 7 giugno a Santos si inaugura infatti il ‘Museo di Pele”, struttura monotematica e permanente interamente dedicata al mito di ‘O Rei’, del quale saranno esposti piu’ di 2500 cimeli: maglie, coppe (tra cui la replica della Rimet donata dalla federcalcio brasiliana a ogni calciatore che l’ha vinta), medaglie, scarpini, il trofeo dato alla Perla Nera dalla Fifa come ‘calciatore del secolo’. Ci sono perfino la radio a pile con cui il padre del Re, Joao Ramos detto Dondinho, ascolto’ la cronaca della ‘tragica’ sfida Brasile-Uruguay del 1950 e una scatolina con una moneta che oggi equivale a 50 centesimi guadagnata dall’allora Edson, quando aveva dieci anni e per portare qualche soldo a casa faceva il lustrascarpe. ”La conservo ancora, prima di me lo fece mia madre, perche’ furono i primi soldi che guadagnai per la mia famiglia. Poi vennero quelli delcalcio…”, ha raccontato il tricampione del mondo. Il tutto distribuito nel vasto edificio detto ‘casarao do Valongo’, in largo Marques de Monte Alegre, nel centro di Santos. Per ristrutturarlo i lavori sono cominciati nel 2010, e appena terminati (manca solo qualche dettaglio), e sono stati spesi 46 milioni di reais, cifra pari a circa 14 milioni di euro. Soldi che la municipalita’ di Santos e’ sicura di recuperare grazie alla generosita’ di Pele’ che ha messo a disposizione gli oggetti e i ricordi di una vita, e di un afflusso di visitatori che si ritiene sara’ costante, un po’ come avviene a Louisville, negli Stati Uniti, dove c’e’ il museo di Muhammad Ali che in parte ha ispirato quello di ‘O Rei’. ”Questo museo significa perpetuare la mia storia dentro e fuori dello sport – ha spiegato Pele’ -. E’ un segno della mia storia, quella di un brasiliano che spera di essere di esempio alle prossime generazioni”. Spettacolari le maglie del Santos degli anni 60, messe assieme agli scarpini di cuoio dell’epoca, quelle bianca e verde dei New York Cosmos che segnarono l’inizio del soccer in America, le tre medaglie con impressa l’immagine della Rimet che la Fifa dava all’epoca a ogni calciatore campione del mondo. Per non parlare della casacche del Brasile, tutte indossate dal Mito, per le quali ogni collezionista farebbe follie. Ma fra le attrazioni del museo di Pele’ ci sono anche un’auditorio che puo’ contenere fino a 90 persone e una sala interattiva in cui sara’ possibile rivivere, e soprattutto ‘simulare’ tentando la battuta a rete, il calcio di rigore in Vasco-Santos con cui O Rei segno’, al Maracana’, il gol numero 1000 della sua fantastica carriera. Come dire la tecnologia del 21/o secolo per raccontare la favola di chi e’ stato la leggenda del ventesimo.

  17:04 31.03.14
Condividi
article
86054
CalcioWeb
Il Brasile celebra ‘O Rei’: il 7 giugno apre il “Museo di Pelè”
Chi ne avra’ il tempo durante il Mondiale brasiliano ha un luogo imperdibile dove andare se ama davvero il calcio. Il 7 giugno a Santos si inaugura infatti il ‘Museo di Pele”, struttura monotematica e permanente interamente dedicata al mito di ‘O Rei’, del quale saranno esposti piu’ di 2500 cimeli: maglie, coppe (tra cui la
http://www.calcioweb.eu/2014/03/brasile-celebra-rei-7-giugno-apre-museo-pele/86054/
2014-03-31 17:04:34
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/03/pelè.jpg
brasile Museo di Pelè,Museo di Pelè,Museo di Pelè brasile
Mondiali Brasile 2014
Torna alla Home