Un fenomeno a Stamford Bridge: la stella di Hazard brilla sempre di più

hazardIl Chelsea in questo inizio di stagione non è certo partito con i favori del pronostico, ne’ in Premier League e neppure in Champions League. Lo stesso Josè Mourinho, più di una volta, ha sottolineato come la sua squadra sia da considerare, su ogni fronte, un’outsider e nulla più. Eccessivo forse, ma è evidente che, almeno sulla carta, sia Oltremanica che nel resto d’Europa, vi siano formazioni ben più attrezzate per ambire alla vittoria finale. Tuttavia, il cammino sin qui esercitato da John Terry è compagni è assolutamente da primi della classe: primato in Premier League e passaggio ai quarti di finale di Champions conquistato senza grossi patemi. Merito del lavoro del portoghese, abile a dare la giusta impostazione alla squadra, e dei tanti talenti presenti in rosa, capaci di formare un collettivo di prim’ordine.

Tra questi, a brillare sontuosamente è la stella di Eden Hazard che, a 23 anni appena compiuti, può fregiarsi della patente di fuoriclasse, senza che nessuno opponga degna obiezione. Signori, qui si parla di un talento straordinario, arrivato al Chelsea la scorsa stagione come un diamante grezzo, raffinatosi sempre più grazie a severo lavoro ed a quella dura scuola che è il calcio inglese. Il salto dal campionato francese a quello della terra d’Albione non è certo dei più agevoli, eppure questo ragazzino nato in Belgio non ha patito assolutamente il passaggio di ‘categoria’, dimostrando ben presto di che pasta è fatto. Non inutili ghirigori, ma qualità sopraffiina messa al servizio della sua squadra che, da tempo, di lui non può fare a meno.

Quando accarezza il pallone, a tratti ed anche più, ricorda l’eleganza di un certo Zinedine Zidane. Non è blasfemia la nostra, Hazard ha il tocco di palla da primo della classe, tanto gentile quanto tremendamente efficace. E’ capace di esibirsi prima con una finta che a vederla sembrerebbe di assistere ad un raffinato spettacolo di danza classica, e subito dopo con una bordata degna del più tremendo bombardiere. E quanto corre Hazard, dando spesso una mano a difesa e centrocampo, non come tanti presunti fenomeni, che di fornire aiuto ai compagni non hanno assolutamente voglia.

Parliamo, come detto, di un classe 1991: impressionante è uno degli aggettivi più pertinenti al riguardo. La sua presenza al Chelsea ha oscurato anche le stelle (o presunte tali) dei vari Willian, Oscar e Schurrle, e bruciato quelle di Mata e De Bruyne, costretti a cercare altrove le proprie fortune. La stella di Hazard, invece, brilla eccome di luce propria, ed è destinata a scrivere pagine importanti della storia del calcio. Per adesso se lo gode il Chelsea, nella speranza che possa riuscire a trascinarlo alla vittoria di qualche trofeo. A giugno, invece, il ragazzo partirà alla volta del Brasile, dove sarà il leader di quel Belgio da molti considerato potenziale sorpresa dei Mondiali: l’occasione per conquistare i pochi scettici rimasti è di quelle ghiotte, a lui toccherà fare il resto. Nell’attesa di vincere, un giorno, il Pallone d’Oro

  12:19 19.03.14
Condividi
article
85267
CalcioWeb
Un fenomeno a Stamford Bridge: la stella di Hazard brilla sempre di più
Il Chelsea in questo inizio di stagione non è certo partito con i favori del pronostico, ne’ in Premier League e neppure in Champions League. Lo stesso Josè Mourinho, più di una volta, ha sottolineato come la sua squadra sia da considerare, su ogni fronte, un’outsider e nulla più. Eccessivo forse, ma è evidente che,
http://www.calcioweb.eu/2014/03/un-fenomeno-a-stamford-bridge-la-stella-di-hazard-brilla-sempre-di-piu/85267/
2014-03-19 12:19:16
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/12/hazard.jpg
Champions League,Chelsea,Mourinho,Premier League,Zidane
Editoriali
Torna alla Home