Caso Acerbi, il CONI fa giustizia: “Non è responsabile di utilizzo doping!”

acerbiLa Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping ha accolto la richiesta di archiviazione dell’Ufficio di Procura Antidoping, in merito  alla posizione di Francesco Acerbi. Il calciatore era stato ritenuto colpevole di utilizzo di sostanze proibite, ritenute dopanti, ma funzionali alle proprie cure mediche. Oggi finalmente è stata fatta giustizia: “Francesco Acerbi non è responsabile di alcuna violazione della normativa antidoping” .

L’avvocato Grassani, legale del calciatore, ha così commentato: “Giustizia è fatta, adesso Francesco si può concentrare esclusivamente alle cure mediche per guarire al più presto dalla sua malattia”. Il calciatore invece è intenzionato a tornare in campo a breve: “Spero di poter essere di nuovo a disposizione nel giro di un mese. Sto lavorando per tornare il prima possibile, credo che presto farò una partita con la Primavera, per ritrovare un po’ le gambe”.

  10:43 15.04.14
Condividi
article
87792
CalcioWeb
Caso Acerbi, il CONI fa giustizia: “Non è responsabile di utilizzo doping!”
La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping ha accolto la richiesta di archiviazione dell’Ufficio di Procura Antidoping, in merito  alla posizione di Francesco Acerbi. Il calciatore era stato ritenuto colpevole di utilizzo di sostanze proibite, ritenute dopanti, ma funzionali alle proprie cure mediche. Oggi finalmente è stata fatta giustizia: “Francesco Acerbi non è responsabile di alcuna violazione
http://www.calcioweb.eu/2014/04/caso-acerbi-coni-fa-giustizia-non-responsabile-utilizzo-doping/87792/
2014-04-15 10:43:15
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/12/acerbi.jpg
In evidenza
Torna alla Home