Bari, capitan Defenti applaude Paparesta: “è stato di parola!”

PaparestaE’ stato un allenamento atipico quello svolto ieri mattina dal Bari al San Nicola. “Correvamo sul prato ma la testa era altrove. Aspettavamo la fumata bianca dal Tribunale”. Marino Defendi, capitano del Bari, racconta così le emozioni dello spogliatoio per il passaggio di proprietà del club con l’asta vinta da Gianluca Paparesta per la società Fc Bari 1908. “Ci ha tenuti aggiornati per tutto il tempo il team manager Claudio Vino, che seguiva in diretta streaming a bordo campo le evoluzioni nell’aula della fallimentare – aggiunge il centrocampista – e quando abbiamo visto che c’erano quattro offerte abbiamo avuto la sensazione che un nuovo proprietario potesse finalmente arrivare. All’aggiudicazione abbiamo tirato un sospiro di sollievo. Non solo noi, una città intera”. Defendi e compagni Paparesta lo hanno incrociato nei mesi (da ottobre a febbraio scorsi) nei quali l’ex arbitro è stato in società con i Matarrese, con l’incarico di ‘club manager’ e la delega per vendere il club. “Da dirigente – ricorda il capitano – era vicino alla squadra. L’abbiamo conosciuto poco: una persona seria, capace di fare il suo lavoro. Voleva una nuova proprietà per il Bari. Ha mantenuto un impegno preso”. La squadra, intanto, ha raggiunto il traguardo iniziale prefissato, la permanenza in serie B. Ora si lotta per i play off e si ipotizza l’arrivo di ‘incentivi’ per un gruppo che ha brillato per coesione e determinazione: “Il premio promozione? – sorride Defendi – Per la salvezza non era stato stabilito. Se c’è quello per la A, ben venga”. “Da ieri – aggiunge – abbiamo una nuova proprietà e non ci resta che puntare alla ciliegina della finale play off. E’ stata finora una stagione davvero assurda e anche un po’ sofferente, iniziata con l’allenatore Gautieri andato via dopo il ritiro e proseguita tra rendimento altalenante in avvio di torneo e fallimento. Abbiamo avuto il merito di non mollare, e adesso siamo in condizione di chiedere ancora qualche soddisfazione al campionato”. Infine tra selfie per trovare un acquirente alla società fallita e galoppata play off (il Bari è al momento sesto), si è consolidata un’armonia incredibile nello spogliatoio: “Siamo molto uniti. E c’è Sciaudone, matto re dei social, attaccatissimo alla maglia. Vorremmo che questa stagione non finisse mai. Quando ero nella Primavera dell’Atalanta ci caricammo così per le finali scudetto: decidemmo di chiudere insieme alla grande. Ci aspetta lo Spezia domenica in trasferta: giocheremo a viso aperto. Per vincere. Con un pareggio e una vittoria dovremmo essere sicuri dei play off. Con due vittorie, preferisco non pensarci…”.

  18:49 21.05.14
Condividi
article
93889
CalcioWeb
Bari, capitan Defenti applaude Paparesta: “è stato di parola!”
E’ stato un allenamento atipico quello svolto ieri mattina dal Bari al San Nicola. “Correvamo sul prato ma la testa era altrove. Aspettavamo la fumata bianca dal Tribunale”. Marino Defendi, capitano del Bari, racconta così le emozioni dello spogliatoio per il passaggio di proprietà del club con l’asta vinta da Gianluca Paparesta per la società
http://www.calcioweb.eu/2014/05/bari-capitan-defenti-applaude-paparesta-parola/93889/
2014-05-21 18:49:26
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/04/Paparesta.jpg
Bari
Bari
Torna alla Home