Bari, l’asta fallimentare diventa un caso: bufera su Paparesta, Sperduti si dissocia

PaparestaComprendo e rispetto il sentimento di delusione e grande amarezza di tutti coloro che avevano riposto fiducia nella mia persona e nelle dichiarazioni da me rilasciate, alla luce dei fatti, incautamente, anche per non venir meno alla legittime richieste di notizie provenienti dai vari organi di stampa a cui mai mi sono sottratto”. Lo ha scritto in una lettera aperta ai tifosi Gianluca Paparesta, ex arbitro internazionale, socio di maggioranza dell’Fc Bari 1908, che nei giorni scorsi aveva annunciato l’esistenza di un gruppo economico internazionale pronto ad acquistare il titolo sportivo dell’As Bari. Oggi pero’ l’asta fallimentare davanti al Tribunale del capoluogo pugliese e’ andata deserta per la seconda volta consecutiva.

Ho dichiarato che il giorno 12 il Bari avrebbe avuto certamente una proprieta’ – continua, spiegando le ragioni della mancata partecipazione all’asta – perche’, oltre alle certezze derivanti dalle assicurazioni dei soggetti coinvolti, fondavo le mie considerazioni anche sulla base delle manifestazioni di interesse che sembravano essere pervenute alla curatela da parte di altre societa’ appositamente costituite. E’ proprio per questo che voglio assumermi tutte le responsabilita’, esclusivamente in prima persona, come sempre ho fatto dall’inizio di questa lunga trattativa, ammettendo errori di comunicazione che sono stati fatti certamente per eccesso di entusiasmo ma soprattutto a fronte di garanzie ed impegni che una volta liberato da vincoli di riservatezza documentero’ per permettere ad ognuno di trarre i propri giudizi e fare le proprie valutazioni”. ”Cio’ non toglie – dice ancora Paparestache sono stato incauto coi tempi ed eccessivamente fiducioso, ma nonostante le legittime e comprensibili riserve di alcuni, o forse di tutti, continuero’ a lavorare, questa volta, nell’assoluto silenzio, per il raggiungimento dell’obiettivo che mi sono posto dall’inizio della mia avventura al Bari, e cioe’ quello di trovare una proprieta’ solida in grado di sviluppare un progetto ambizioso per il futuro della squadra della mia citta”’.

bari01SPEDUTI SI DISSOCIA DA PAPARESTA – Fabio Sperduti, imprenditore socio di minoranza della Fc Bari 1908, societa’ costituita da Gianluca Paparesta (amministratore unico e socio di maggioranza) al fine di acquistare all’asta l’As Bari, si e’ dissociato dalla condotta dell’ex arbitro. “Chiedo scusa al popolo biancorosso ed alla citta’ intera – scrive in una nota Sperdutiper non aver mantenuto l’impegno di rilevare il Bari Calcio dall’asta giudiziaria. Chiedo scusa da ex socio di Gianluca Paparesta. Da qualche ora, infatti, le nostre strade si sono divise e gli ho ceduto il 40% delle quote in mio possesso“. “Due fatti – continua Sperdutimi hanno indotto a ritenere conclusa l’esperienza in comune: la gestione della comunicazione e il ruolo degli indiani. Per quel che riguarda la comunicazione, piu’ volte ho invitato Gianluca ad essere prudente, restando inascoltato. La divergenza operativa, invece, e’ sorta sul ruolo degli indiani. Ad un certo punto avevo io, in prima persona, trovato degli investitori seri disposti ad entrare nel capitale con gli indiani. In tal senso mi ero recato presso la Gm Bank, unica Banca d’Affari del meridione al fine di trovare una soluzione che permettesse, attraverso un contratto finanziario, di ricevere un fido per i famosi tre milioni”. ”Insomma, l’operazione – conclude – era sul punto di essere chiusa, quando Gianluca ha bloccato me e gli indiani, sostenendo di avere in mano un gruppo finanziario di respiro europeo, pronto a rilevare il Bari al 100%. Quando sabato sera mi ha riferito del naufragio anche di questa trattativa, ho pensato che non ci fossero piu’ margini per andare avanti insieme“.

comprateciL’INIZIATIVA DEI GIOCATORI: “COMPRATECI” – Dichiarata deserta anche la seconda asta fallimentare per l’acquisto del Bari calcio. Il giudice Anna De Simone ha gia’ convocato una terza asta per martedi’ 20 maggio, al prezzo ribassato di 2 milioni di euro, aggiungendo che la curatela non ha i soldi necessari per adempiere ai pagamenti previsti per i primi di giugno. “C’e’ amarezza – ammette Marcello Danisi, che sta gestendo l’esercizio provvisorio insieme a Gianvito Giannelli -. I ragazzi stanno dando il massimo. Prendiamo atto che c’e’ poco appeal intorno al Bari calcio, da barese sono dispiaciuto“. Situazione paradossale con la squadra a un passo dal play-off nonostante 4 punti di penalizzazione. “Non ci facciamo condizionare, vogliamo cullarci il sogno serie A” ribadisce il capitano Marino Defendi, che insieme ai compagni ai compagni ha pubblicato sul web e sui social network alcune foto con simpatici cartelli riportanti le scritte “Comprateci“, “Saldi” o “Qualcuno ci vuole?“. Piu’ arrabbiato l’ex capitano Caputo, attualmente squalificato. “Dove sono tutti quelli che hanno detto di essere interessati al Bari? Nessuno si fa avanti? Noi non molleremo e lotteremo fino in fondo“.

  22:36 12.05.14
Condividi
article
91686
CalcioWeb
Bari, l’asta fallimentare diventa un caso: bufera su Paparesta, Sperduti si dissocia
”Comprendo e rispetto il sentimento di delusione e grande amarezza di tutti coloro che avevano riposto fiducia nella mia persona e nelle dichiarazioni da me rilasciate, alla luce dei fatti, incautamente, anche per non venir meno alla legittime richieste di notizie provenienti dai vari organi di stampa a cui mai mi sono sottratto”. Lo ha
http://www.calcioweb.eu/2014/05/bari-lasta-fallimentare-diventa-caso-bufera-paparesta-sperduti-si-dissocia/91686/
2014-05-12 22:36:44
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/04/Paparesta.jpg
asta fallimentare Bari,Bari,caos Bari,Fabio Sperduti
Bari
Torna alla Home