Da calciatore a “terrorista” ribelle: l’incredibile storia di Abdelbaset Sarout

Schermata 2014-05-19 alle 14.56.00Era un eroe sui campi da calcio, dove giocava per la squadra più popolare di Homs con la speranza di diventare una star in Siria. Poi è iniziata la guerra civile e Abdelbaset Sarout ha lasciato gli stadi prima per protestare pacificamente, poi imbracciando le armi e diventando una figura di riferimento dei ribelli che combattono il presidente Bashar Assad. È entrato nell’Esercito siriano libero, sostenuto da Occidente, dove una brigata di Homs porta il suo nome. E dopo tre anni di guerra civile, di cui due nella sua città assediata dall’esercito, il 22enne Sarout si è trasformato in un carismatico simbolo della ribellione.

È uscito dalle rovine del centro di Homs solo pochi giorni fa, con le centinaia di ribelli evacuati grazie al cessate il fuoco siglato con le forze governative.Andandosene, ma promettendo di continuare a combattere. “E’ uno dei veri rivoluzionari che non si sono mai allontanati dall’obiettivo di questa rivolta, che è abbattere il regime”, dice Yisser, una attivista dell’opposizione nativa di Homs, che sostiene i ribelli dalla Turchia. Impossibile intervistare Abdelbaset, nonostante ripetute richieste di raggiungerlo dopo che ha lasciato Homs per trasferirsi in altre zone più a nord in mano ai ribelli.

Diversi attivisti e amici hanno ribadito che non può parlare con i media. Sarout è apparso in decine di video diffusi online: in alcuni promette di combattere sino alla morte, in altri denuncia la devastazione nelle strade e condanna la comunità internazionale per aver abbandonato i siriani, negli ultimi appare scheletrico e senza forze dopo l’assedio a Homs, ma mai arreso. “Non avrei mai immaginato che qualcosa del genere accadesse a noi o che un ragazzo come Abdelbaset diventasse simbolo di una rivoluzione”, dice un attivista dell’opposizione di Homs che si chiama Thaer Khaldiyeh, amico d’infanzia di Sarout. Racconta di averlo visto l’ultima volta due settimane prima dell’evacuazione di Homs.

 Il governo di Assad ha dichiarato Sarout un traditore, bandendolo dal calcio e offrendo una ricompensa per le informazioni che porteranno al suo arresto. Ha “contribuito a distruggere la sua patria e cospirato contro il Paese come altri traditori”, aveva detto in una recente intervista ad AP il generale Mowaffak Joumaa, capo della Federazione sportiva generale siriana. “E’ un terrorista e un assassino”, ha rincarato la dose il presidente della Federazione calcio siriana, Toufiq Sarhan.

  14:57 19.05.14
Condividi
article
93246
CalcioWeb
Da calciatore a “terrorista” ribelle: l’incredibile storia di Abdelbaset Sarout
Era un eroe sui campi da calcio, dove giocava per la squadra più popolare di Homs con la speranza di diventare una star in Siria. Poi è iniziata la guerra civile e Abdelbaset Sarout ha lasciato gli stadi prima per protestare pacificamente, poi imbracciando le armi e diventando una figura di riferimento dei ribelli che combattono
http://www.calcioweb.eu/2014/05/calciatore-terrorista-ribelle-lincredibile-storia-abdelbaset-sarout/93246/
2014-05-19 14:57:00
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/05/Schermata-2014-05-19-alle-14.56.00.png
Sarout,Sarout calcio,SaroutSarout calvcio
News
Torna alla Home