Conte a 360°: “io antipatico? Chi vince…”

ConteOgni partita una battaglia, e ”in battaglia si va per vincere senza guardare in faccia a nessuno: quando vai in battaglia non ci sono nè simpatie nè antipatie”. Così Antonio Conte parla della sua immagine di vincente e antipatico, in una lunga intervista a Donatella Scarnati di RaiSport che andrà in onda stasera al Tg1 delle 20, e in versione integrale domani a RaiSport1 alle 8. “Bisogna distinguere l’Antonio privato,dal professionista – dice Conte – chi mi conosce sa che mi piace la compagnia”.

”Mi piace ridere, scherzare e ballare la “pizzica” – prosegue Conte – anche se e’ difficile e prima di rovinarmi la voce urlando in panchina cantavo pure. Ma l’Antonio professionista vuole l’eccellenza”. ‘Vincere una volta può capitare a tutti, ripetersi e’ difficile”, e’ il motto dal quale parte Conte, nella lunga intervista nella quale si racconta anche per come è fuori dal campo. ”La sensazione della vittoria mi dà benessere fisico. Se perdo per un paio di giorni fatico a relazionarmi: e’ un dolore profondo,io dico sempre che nella mia carriera ho vinto tanto, ma ho anche perso…finali importanti che hanno lasciato dentro di me una ferita profonda , cerco di far capire ai miei giocatori la differenza tra vincere e non vincere. Deve essere chiaro, non e’ che se non vinci comunque poi vincerai la prossima volta”, le parole di Conte, che a proposito dell’antipatia aggiunge: ”Nella vita privata sono una persona molto tranquilla, mi dedico alla famiglia e alla bimba. Sul lavoro sono esigente con me stesso e questo mi permette di chiedere tanto ai miei calciatori e anche ai tifosi. Sono due persone distinte che amo entrambe. Certo – aggiunge – chi vince non suscita mai simpatia. La Juventus dopo il 2006 era tornata simpatica poi e’ diventata di nuovo antipatica…Chi non vince suscita simpatia,una pacca sulla spalle…a chi vince vorresti dare dei cazzotti. Quando vinci cercano in tutti i modi di buttarti giù dalla vetta della montagna e perciò devi essere preparato ed e’ per questo che è difficile vincere”. Sulle polemiche di stagione con Garcia e Benitez, ammette: ”Fa parte del gioco, della strategia, a volte dispiace perché viene strumentalizzata ad arte. La comunicazione e’ fondamentale: riesci a difendere la squadra, a mettere pressione e scaricare sugli altri la pressione che viene messa su di te. Bisogna vedere chi ha la forza di sopportare. A creare le polemiche sono bravi tutti,bisogna vedere poi chi ha i nervi più saldi. In quella situazione si vede chi e’ fuoriclasse o meno”. Ancelotti, Guardiola e Mourinho e Ancelotti i suoi tecnici preferiti; per lo slogan, tutto da copione: ”Chi vince fa la storia, gli altri al massimo la possono leggere”.

  18:09 28.05.14
Condividi
article
95758
CalcioWeb
Conte a 360°: “io antipatico? Chi vince…”
Ogni partita una battaglia, e ”in battaglia si va per vincere senza guardare in faccia a nessuno: quando vai in battaglia non ci sono nè simpatie nè antipatie”. Così Antonio Conte parla della sua immagine di vincente e antipatico, in una lunga intervista a Donatella Scarnati di RaiSport che andrà in onda stasera al Tg1
http://www.calcioweb.eu/2014/05/conte-360-antipatico-vince/95758/
2014-05-28 18:09:55
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/05/Conte.jpg
Conte
Juventus
Torna alla Home