Corvino sentenzia: “il livello della serie A è basso…”

Schermata 2014-05-21 alle 15.54.30“Il livello della Serie A si e’ abbassato, ma per questo credo che almeno 6-7 squadre ora possano, lavorando bene, provare a vincere lo scudetto”. La pensa cosi’ l’ex direttore sportivo della Fiorentina, Pantaleo Corvino, che ha fatto un bilancio della stagione in un’intervista rilasciata a Centro Suono Sport. “Milan, Inter e Lazio sono alla fine di un ciclo e quando cio’ accade si fa fatica ad iniziarne un altro, anche se sono piu’ facilitate rispetto ad altre squadre perche’ sono club con risorse economiche elevate – ha proseguito Corvino -. La Roma? Dopo due anni di sofferenze e turbolenze, e’ arrivato il sereno: un’annata straordinaria e nei prossimi anni potra’ lottare per obiettivi altissimi. Si e’ scontrata con una Juve guidata da un allenatore come Conte che non molla mai, ma ripetersi e’ sempre piu’ difficile, quindi Roma, Napoli e Fiorentina possono candidarsi per lottare con la Juve nella prossima stagione”. Corvino parla di Adem Ljajic, uno dei tanti giocatori scoperti dall’ex ds viola che quest’anno ha disputato un buon campionato con la Roma. “E’ un ragazzo dalle potenzialita’ straordinarie, se riuscira’ a sfruttarle diventera’ un grande campione. E’ giovane, bisogna aspettare, ma sono convinto che puo’ diventare un campione affermato”. Corvino torna indietro di qualche anno e parla della trattativa che stava per portare Mutu dalla Fiorentina alla Roma.

“Nel giugno del 2008 il ragazzo voleva meritatamente trattare su cifre diverse il suo ingaggio, ma alla Fiorentina avevamo un tetto ingaggi fissato su cifre piu’ basse. Cosi’ iniziai a trattare con la Roma per Mutu. Il calciatore era al corrente della trattativa: 19,8 milioni di euro la cifra che avevo concordato con il club giallorosso. Era tutto fatto, ma poi tutto si blocco’. Un’esperienza gia’ vissuta in passato con Toni che avevo praticamente ceduto all’Inter per 25 milioni ma il presidente fermo’ tutto”. In quella Fiorentina c’era Prandelli che ora guida la Nazionale, Corvino non vuole dilungarsi sul codice etico voluto dal ct azzurro. “Rispondo piu’ in generale, nel calcio come in questo caso specifico, c’e’ un gioco delle parti… Alla fine c’e’ sempre qualcuno che ci rimette”. Poi Corvino parla del suo passato e del suo futuro. “Se sono mai stato vicino alla Roma? Si’, qualche anno fa, quando ancora c’era la gestione Sensi. Ma la famiglia Della Valle mi ha dato tanto e dopo 5 anni in viola potevo andare via, ma ho preferito per attaccamento rimanere a Firenze. Il mio futuro? In base a quello che ho fatto nella mia carriera speravo e mi aspettavo di poter vincere lo scudetto, quindi ho preferito declinare alcune offerte e aspettare”. E’ famoso per scoprire e lanciare giocani di talento, un lavoro che continua a fare. “In Olanda ci sono tanti giovani interessantissimi… Boetius del Feyenoord e’ un esterno d’attacco che merita di essere preso in considerazione”, ha concluso Corvino.

  15:53 21.05.14
Condividi
article
93826
CalcioWeb
Corvino sentenzia: “il livello della serie A è basso…”
“Il livello della Serie A si e’ abbassato, ma per questo credo che almeno 6-7 squadre ora possano, lavorando bene, provare a vincere lo scudetto”. La pensa cosi’ l’ex direttore sportivo della Fiorentina, Pantaleo Corvino, che ha fatto un bilancio della stagione in un’intervista rilasciata a Centro Suono Sport. “Milan, Inter e Lazio sono alla
http://www.calcioweb.eu/2014/05/corvino-sentenzia-livello-serie-basso/93826/
2014-05-21 15:53:28
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/05/Schermata-2014-05-21-alle-15.54.30.png
Corvino
News
Torna alla Home