Juventus sul podio tra le squadre con minor numero di infortuni

juve2Antonio Conte ha lasciato la parola ai medici. Nell’ultima conferenza stampa di stagione, il tecnico, seduto tra i giornalisti allo Juventus Center di Vinovo, ha voluto concedere l’onore dei riflettori allo staff medico che per il terzo anno consecutivo ha supportato la squadra alla conquista dello scudetto. Dopo che la settimana scorsa era stato lo staff tecnico a rispondere alle domande dei giornalisti, questa settimana sono stati il responsabile e coordinatore medico, il dottor Fabrizio Tencone, e il suo gruppo di lavoro a svelare alcune informazioni sulla stagione che si concludera’ domani.

Con Tencone erano presenti al tavolo i medici Luca Stefanini e Gianluca Stesina, il responsabile della preparazione e allenamento in palestra e riabilitazione atleti, Marco Luison, il nutrizionista Matteo Pincella e i massofisioterapisti Gianluca Scolaro, Emanuele Randelli, Maurizio Delfini, Francesco Pieralisi e Dario Garbiero. Grande attenzione e’ stata rivolta all’ultimo infortunato di ‘lusso’, quell’Arturo Vidal che ha gia’ lasciato Torino per aggregarsi alla nazionale del Cile che sta preparando la Coppa del Mondo: “L’infortunio di Vidal e’ stato gestito sempre in collaborazione con i colleghi cileni. All’inizio era corretto gestire il problema al menisco esterno senza operare, il ragazzo ha proseguito le cure e dopo si e’ deciso di optare per la parte chirurgica”, ha detto Tencone. “Dal punto di vista medico non e’ stato un ritardo, c’e’ stata massima collaborazione con i colleghi del Cile e sarebbe stato un errore medico operarlo prima”. “L’atleta negli ultimi giorni si era reso disponibile a giocare fino all’ultima gara e la volonta’ del giocatore va rispettata – ha proseguito Tencone -. Eravamo pronti a tutto e appena e’ stato possibile, e’ stato operato. Sara’ disponibile per i mondali. Se giochera’ la prima partita? Stiamo parlando di medicina e non di matematica. E’ un po’ complesso. Decideranno i dottori cileni”.

 Rispetto alle precedenti due stagioni dell’era Conte, quella attuale ha registrato maggiori infortuni. Tencone ha pero’ spiegato che la Juventus e’ tra le tre squadre d’Europa che ne ha subiti di meno: “Non ci sono stati piu’ infortuni dello scorso anno, raccogliamo i dati da 13 anni insieme al settore medico della Uefa (il professor Jan Ekstrand, ndr) e quest’anno siamo sul podio per meno infortuni avuti. Proprio gli studi medici fatti negli ultimi anni hanno permesso di arrivare a una conclusione: si e’ visto negli ultimi anni che gli infortuni seguono gli allenatori. Dal punto di vista medico, la componente di preparazione e’ in grado di diminuire gli infortuni. Lo staff tecnico incide in modo significativo sul numero degli infortuni. Sembra banale, ma chi si fa meno male vince”. Alla vigilia del Mondiale, Tencone ha parlato anche di Buffon che dopo l’operazione subita quattro anni fa alla schiena e’ tornato ad altissimo livello: “Dall’intervento in poi il suo approccio e’ cambiato notevolmente e si e’ dedicato con grandissima continuita’ a fare quegli esercizi di prevenzione che hanno avuto molto successo”. A supporto anche la spiegazione di Luison: “Il lavoro su Gigi e’ programmato nel tempo ed e’ basato sulle indicazioni che arrivano dallo staff tecnico e dal preparatore dei portieri, Claudio Filippi. Lui fa una serie di esercizi di stabilizzazione o di rinforzo. Questa alternanza di lavoro, associato al lavoro fatto dai miei colleghi fisioterapisti, credo che sia stato insieme all’applicazione di Bufofn l’arma vincente”. Guardando all’ultima gara di domani, il dottor Stefanini ha aggiunto: “fortunatamente finiamo la stagione senza particolari problemi. Giovinco ha un piccolissimo risentimento muscolare all’adduttore e abbiamo deciso di curarlo, Vucinic ha un fastidio al ginocchio sinistro e sappiamo essere una situazione da monitorare”.

 In vista del Mondiale, e con 13 juventini impegnati, invece, non ci sara’ un’attenzione particolare da parte del club: “Se non ci saranno esigenze particolari, non manderemo nessuno in Brasile. Siamo in contatto con tutti quanti, c’e’ uno scambio di informazioni con i calciatori e con i rispettivi staff medici con cui ci confrontiamo quotidianamente”. Stefanini ha poi parlato di Simone Pepe, fermo ormai ai box praticamente da due anni: “Pepe ha avuto un infortunio complesso che necessita tuttora una piccola riserva. E’ guarito, e’ un mese e mezzo che si sta allenando con i compagni, si sente bene, incrociamo le dita. Ci sono tutte le premesse perche’ tutto vada bene”. Altra arma vincente di questa Juve pare essere l’alimentazione, come ha spiegato Matteo Pincella: “L’attenzione quest’anno si e’ focalizzata di piu’ sulla preparazione delle tisane e di prodotti di erboristeria. La nostra maggiore difficolta’ e’ sempre quella di recuperare i giocatori nell’arco di 70-72 ore. Quello che facilita’ la rigenerazione degli organi interni e dell’attivita’ chiaramente a noi fa comodo. Ci permette di avere i giocatori pronti per la partita successiva. Abbiamo avuto la possibilita’ di usare piu’ alimenti della tradizione, alimenti per cosi’ dire piu’ completi”.

  11:35 17.05.14
Condividi
article
92592
CalcioWeb
Juventus sul podio tra le squadre con minor numero di infortuni
Antonio Conte ha lasciato la parola ai medici. Nell’ultima conferenza stampa di stagione, il tecnico, seduto tra i giornalisti allo Juventus Center di Vinovo, ha voluto concedere l’onore dei riflettori allo staff medico che per il terzo anno consecutivo ha supportato la squadra alla conquista dello scudetto. Dopo che la settimana scorsa era stato lo
http://www.calcioweb.eu/2014/05/juventus-podio-squadre-minor-numero-infortuni/92592/
2014-05-17 11:35:14
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/04/juve21.jpg
Juventus
Juventus
Torna alla Home