Il Mondiale genererà 1,4 milioni di tonntellate di gas serra

mondiale brasileIl Mondiale di calcio in Brasile genererà 1,4 milioni di tonnellate di gas serra, secondo un rapporto pubblicato dal Ministero dell’Ambiente del Brasile. “Vogliamo segnare gol verdi”, ha detto il ministro dell’Ambiente Izabella Teixeira a Brasilia. La Coppa del Mondo e altri grandi eventi sportivi in genere lasciano impronte importanti dal punto di vista dell’inquinamento. La costruzione di stadi e infrastrutture, i trasporti per squadre e tifosi, e ospitare i giochi implica una enorme quantità di gas serra e CO2. Teixeira ha detto che per la Coppa del Mondo di quest’anno, che si svolgerà dal 12 giugno al 13 luglio, si prevede di aggiungere circa 60.000 tonnellate di carbonio nell’atmosfera come emissioni dirette. Sommandole alle emissioni indirette legate al torneo si arriverà ad un totale di 1,4 milioni di tonnellate, poco meno della metà rispetto alle Olimpiadi di Londra 2012. Il governo ha varato un programma contro l’inquinamento chiedendo alle aziende di ridurre le emissioni in cambio del diritto a pubblicizzare se stessi con il “sigillo verde” di sponsor ufficiale della Coppa del Mondo. “La Coppa del Mondo sarà al 100 per cento senza produzione di emissioni dirette, che sono quelle sotto il nostro controllo, come alloggi, edilizia e mobilità. Le emissioni indirette sono quelle prodotte dal trasporto aereo internazionale e quelle relative alle città ospitanti”, ha spiegato Teixeira.

La stima è stata fatta dal programma ‘Green Passport’, insieme al Programma Ambiente delle Nazioni Unite (Unep). L’obiettivo di questo lavoro comune è quello di invitare i turisti a fare scelte sostenibili in visita della Coppa del Mondo in Brasile. Teixeira ha evidenziato inoltre la certificazione e la gestione sostenibile degli stadi, aggiungendo che tutti i posti avranno la certificazione Leed (Leadership in Energy and Environmental Design). Gli stadi Castelao a Fortaleza, e Fonte Nova a Salvador, hanno già ricevuto la certificazione internazionale, mentre altri sei (Manaus, Belo Horizonte, Curitiba, Rio de Janeiro e Recife) la riceveranno prima dell’inizio del torneo. Gli altri quattro (Cuiaba, Porto Alegre, San Paolo e Natal) saranno certificati entro la fine dell’anno. La relazione è stata presentata insieme ad altre azioni ambientali intraprese per la Coppa del Mondo del 2014 in un evento tenutosi a Brasilia. La azioni sono state presentate da Teixeira e da altri ministri, tra cui ministro dello Sport Aldo Rebelo, il ministro del Turismo Vinicius Lages, il Ministro dello Sviluppo Sociale e lotta alla fame Tereza Campello, insieme a Denise Hamu, rappresentante dell’Unep in Brasile. Le azioni comprendono politiche pubbliche per la gestione dei rifiuti solidi, il riciclaggio e la raccolta differenziata di materiali, nonché le campagne di “Brasile organico e sostenibile”, che distribuirà cibo ai volontari e promuoverà e commercializzerà prodotti biologici e dell’agricoltura familiare.

  09:58 29.05.14
Condividi
article
95826
CalcioWeb
Il Mondiale genererà 1,4 milioni di tonntellate di gas serra
Il Mondiale di calcio in Brasile genererà 1,4 milioni di tonnellate di gas serra, secondo un rapporto pubblicato dal Ministero dell’Ambiente del Brasile. “Vogliamo segnare gol verdi”, ha detto il ministro dell’Ambiente Izabella Teixeira a Brasilia. La Coppa del Mondo e altri grandi eventi sportivi in genere lasciano impronte importanti dal punto di vista dell’inquinamento. La
http://www.calcioweb.eu/2014/05/mondiale-generera-14-milioni-tonntellate-gas-serra/95826/
2014-05-29 09:58:25
News
Torna alla Home