La leggenda di Lee Wai Tong: il pioniere del calcio cinese

Lee Wai Tong si è ritirato nel 1948, all’età di 43 anni. Non si hanno filmati ma i numeri parlano chiaro, 1260 gol segnati in carriera e leggende intorno ad essi

Il calcio cinese negli ultimi anni sta facendo molto parlare di se vuoi per la crescita economica, vuoi per la crescita ed apertura culturale del popolo cinese, vuoi che negli ultimi anni, i campetti all’interno delle scuole sono aumentati di numero e migliorati nella qualità. E il calcio è diventato uno dei tre sport che rilascia crediti formativi, proprio come il ping pong. In Cina è cominciata l’ascesa del calcio a sport di interesse nazionale. Molti in patria ricordano uno dei pionieri del calcio professionistico cinese. Non si è parlato mai abbastanza di Lee Wai Tong quando fece il suo esordio in nazionale nei Giochi del 1923 che si disputarono a Osaka contro il Giappone. 3017808617Non si è mai parlato abbastanza dei suoi gol e delle sue prodezze. Gli bastarono cinque minuti per mettere a segno tre gol. La grandezza di Lee Wai Tong, viene testimoniata pertanto a livello internazionale solo nel 1976 quando la FIFA lo inserì fra i cinque giocatori più forti e influenti fino a quel periodo storico, al fianco di mostri sacri come Matthews, Pelè, Di Stefano e Puskas. Nonostante ciò il nome di Lee Wai Tong è rimasto nascosto per troppo tempo e la mancanza di filmati ovviamente e fotografie che esaltano le sue doti tecniche, i giornali di Hong Kong, nel 1922, parlavano di lui come un calciatore fortissimo fisicamente, alto un metro ottanta e capace di andare al tiro da qualsiasi posizione. Un atleta forte ed intelligente in grado di mandare in gol il compagno con assist smarcanti con la stessa facilità con cui riusciva a calciare a giro dal limite dell’area, un agilità al di fuori del comune per quei tempi. Hong Kong nella sua storia calcistica non si è mai qualificato ai Mondiali. Il 95% della popolazione di Hong Kong è di etnia cinese ma diviene una colonia dell’Impero britannico dopo la Prima Guerra dell’Oppio (1839-1842) terminata solo nel 1997 quando la Cina ne ha ripreso completamente la supervisione.models-are-wearing-clothes-by-antonelli-e-baratta-sport-photo-by-elsa-haertter-for-grazia-december-1964-hong-kong La storia di Hong Kong ha profondamente influenzato la sua cultura, che spesso viene descritta come “l’Oriente che incontra l’Occidente”. Una storia tutta a sé… così proprio come il pioniere del calcio Lee Wai Tong, dotato di una agilità fuori dal comune, in grado di difendere e giocare il pallone come nessuno prima. Non si hanno filmati che possono testimoniare la sua abilità, ma abbiamo i numeri, tanto che si parla di 1260 gol segnati in carriera, a cui si aggiungono leggende alquanto incredibili. Militando per la maggior parte dei suoi anni nel South China è stato l’artefice del successo della squadra di Hong Kong di quegli anni. Si narra che durante una partita di campionato con il suo South China abbia segnato otto reti sfondando addirittura la porta. Si dice anche che alcuni portieri poco temerari si spostavano dalla traiettoria del suo tiro per non subire il fortissimo impatto con il pallone. L’ intero calcio asiatico si interruppe bruscamente a causa della Seconda Guerra Mondiale e delle mire espansionistiche del Giappone. Dopo le Olimpiadi di Berlino nel 1936, Lee ricevette offerte da Arsenal e Red Star Paris, ma l’attaccante di Hong Kong rifiutò, per essere più vicino alla sua gente negli anni bui che sarebbero venuti, giocando partite di beneficenza una volta che il campionato si interruppe anche nella colonia per il conflitto sino-giapponese. map-hongkong(blogcalciocina.altervista.org). Erano anni difficili quelli d’inizio secolo: molte pressioni politiche e militari. Il Regno Unito aveva diritto formale all’amministrazione di Hong Kong ma da parte britannica vi era la preoccupazione per il fatto che dopo quasi 150 anni di amministrazione britannica, la colonia di Hong Kong aveva di fatto sviluppato delle istituzioni amministrative e un sistema economico su base capitalistica. La volontà degli inglesi era evitare a ogni costo l’azzeramento delle esistenti strutture politico-economiche di Hong Kong e la conseguente assimilazione al regime di governo guidato dal Partito Comunista Cinese in Cina. Poco  a che fare con il calcio giocato e la leggenda di Lee Wai Tong,  anche se al pioniere avrà fatto piacere che la vittoria più importante fu quella contro la Cina durante le qualificazioni ai Mondiali 1986. Il 19 maggio 1985, a Pechino, Hong Kong affrontò la nazionale cinese nell’ultima partita del primo turno di qualificazione. Hong Kong per passare il turno doveva per forza vincere mentre alla Cina bastava un pareggio. Sul campo  Hong Kong vince 2-1 allo Stadio dei Lavoratori di Pechino, estromettendo così la Cina dal mondiali. Una disfatta ed un impresa storica. lee-wai-tongOggi a distanza di anni molte cose sono cambiate così come il piano del governo cinese di trasformare entro il 2050 la Repubblica popolare in una potenza calcistica che non abbia niente di che invidiare ai suoi avversari. È certamente un piano ambizioso, ma Pechino ci sta investendo moltissimo. Si sta studiando e collaborando con le maggiori tradizioni calcistiche per farne tesoro. Il percorso è molto lungo ed i soldi contano poco quando si ha a che fare con tradizione, passione, storia di uno sport… che anche in patria ha un suo eroe, un uomo poco conosciuto ma che ha fatto parlare di se con i suoi gol, del popolo cinese e della piccola Hong Kong quando i soldi nello sport contavano poco o nulla.

  09:38 19.10.16
Condividi
article
10041035
CalcioWeb
La leggenda di Lee Wai Tong: il pioniere del calcio cinese
Lee Wai Tong si è ritirato nel 1948, all’età di 43 anni. Non si hanno filmati ma i numeri parlano chiaro, 1260 gol segnati in carriera e leggende intorno ad essi Il calcio cinese negli ultimi anni sta facendo molto parlare di se vuoi per la crescita economica, vuoi per la crescita ed apertura culturale
http://www.calcioweb.eu/2016/10/lee-wai-tong/10041035/
2016-10-19 09:38:56
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2016/10/lee-wai-tong.jpg
calcio cinese,hong kong,Lee Wai Tong
Mondo
Torna alla Home