Inter, un Moratti a tutto campo nella presentazione del libro di Simoni: i dettagli

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Ecco le parole di Massimo Moratti alla presentazione della biografia di Gigi Simoni in sala stampa a San Siro: "Avevano tutti piacere a giocare per lui. E ottenne anche dei risultati"

Sono state molte e anche interessanti le parole pronunciate da Massimo Moratti alla presentazione della biografia di Gigi Simoni in sala stampa a San Siro. Su tutto non possiamo non partire da queste: “Simoni? Avevano tutti piacere a giocare per lui. E ottenne anche dei risultati. Non parlo del campionato che fu vinto, naturalmente… Simoni non è rimasto tanto, ma con me è già tantissimo. In quell’anno c’era un clima vincente, allegro, da squadra importante. C’era Ronaldo, che Simoni inserì nel gruppo evitando invidie”. Chiaro il riferimento dell’ex presidente dell’Inter allo scudetto del 1998, quello dell’infuocato SimoniJuventus-Inter con lo scontro in area tra Iuliano e Ronaldo non sanzionato da Ceccarini. Moratti ricorda anche la separazione dall’allenatore, ammettendo le proprie colpe: “Con Simoni ho avuto un rapporto bellissimo, poi sono successe tante piccole cose e io avevo l’idea che quella squadra potesse andare meglio rispetto a quello che si stava facendo. Ho fatto lo sbaglio di esonerarlo e ho poi preso altri tre allenatori, mi è rimasto il dispiacere di non sapere come sarebbe andata se avessi tenuto ancora lui, sono convinto che avremmo avuto altre soddisfazioni e meno polemiche. E’ stato un errore… Ammiravo sempre il suo atteggiamento, stavo attento perché pensavo ‘questo sarà incazzato’, ma il suo atteggiamento era sempre tranquillissimo. C’è stima profonda – ha aggiunto Morattie tutto in nome di qualcosa a cui entrambi vogliamo bene, che è l’Inter”. 

Poi Massimo Moratti commenta così la presenza di Suning e Thohir alla Pinetina oggi, e questa sera a San Siro per assistere a Inter-Fiorentina: “Può essere importante e necessario un intervento degli azionisti. Questo mette in condizione i giocatori di sentire la responsabilità che hanno di rispondere alle esigenze. Credo che l’Inter possa far bene oggi e di far bene in futuro: deve scattare qualche cosa”. E su un suo eventuale ritorno alla guida della società aggiunge: “No, non torno all’Inter. Posso dare una risposta secca. Ho già fatto chiarezza di recente. Ora ci sono azionisti, che hanno sinceramente sia la volontà che il futuro a disposizione per fare bene. Pioli? E’ bravo. Spero proprio che abbia successo in quello che sta facendo. Nel calcio quando va male sei sempre pessimista e quando va bene non ti aspetti mai che le cose possano andare in maniera negativa. L’Inter ci insegna che si può fare entrambe le cose, e credo che abbia la forza di fare bene. Sinceramente, penso che sia una questione di concentrazione da parte dei giocatori, spero che non sia una questione atletica, perchè a novembre non è accettabile”.

“Se Suning ha recepito il messaggio riguardo la vicinanza? Lo ha recepito anche Thohir, ma aveva difficoltà a farlo – continua l’ex numero 1 nerazzurro -. Loro lo hanno recepito e hanno dimostrato di poter essere vicini. Steven, il ragazzo, ce lo ha dimostrato. E questo è un fatto positivissimo. Questo fa vedere la loro grandissima volontà di fare bene. Non è facile subito avere risultati, ma è un’esperienza: se la fanno direttamente porta a

LaPresse/Xinhua
LaPresse/Xinhua

qualche cosa”. Moratti parla poi della gara contro la Fiorentina: “Conta eccome dopo la sconfitta in Europa League. Giochiamo per vincere, dopo una delusione del genere bisogna capire se abbiamo la forza e la volontà, il carattere, le qualità per superare gli ostacoli. Non finisce il mondo stasera, però è un appuntamento importante. Rinforzi necessari a gennaio? Può darsi, però a furia di intervenire sull’organico è come se si fornisse un alibi far sì che ognuno dia il suo e finisce li: invece si può dare di più. I due Simeone all’Inter? Io credo che Pioli sia bravo, avrà successo. Se servono più interisti in società? Non lo so, chi c’è è interista, tutti danno il massimo”. 

  21:17 28.11.16
Condividi
article
10055002
CalcioWeb
Inter, un Moratti a tutto campo nella presentazione del libro di Simoni: i dettagli
Sono state molte e anche interessanti le parole pronunciate da Massimo Moratti alla presentazione della biografia di Gigi Simoni in sala stampa a San Siro. Su tutto non possiamo non partire da queste: “Simoni? Avevano tutti piacere a giocare per lui. E ottenne anche dei risultati. Non parlo del campionato che fu vinto, naturalmente… Simoni non
http://www.calcioweb.eu/2016/11/inter-un-moratti-campo-nella-presentazione-del-libro-simoni-dettagli/10055002/
2016-11-28 21:17:33
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2016/09/Moratti.jpg
Moratti Simoni
Inter
Torna alla Home