Borja Valero sulla corsa scudetto: “Le inseguitrici se la possono giocare con la Juve”

LaPresse/Jennifer Lorenzini

Il giocatore della Fiorentina, Borja Valero, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport durante la quale ha toccato numerosi temi

Il giocatore della Fiorentina, Borja Valero, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport durante la quale ha toccato numerosi temi, iniziando dal suo rapporto con la religione:

“Non credo a un’altra vita. Per me non c’è niente dopo la morte e quindi so che non rivedrò più mia madre. Mi rendo conto che non avere questa speranza mi fa stare peggio, ma ritengo sia giusto essere coerenti. Rocio, mia moglie, la pensa come me e in questo modo educheremo i nostri figli. Comunque, anche se non può ascoltarmi, parlo con mamma Sagrario ogni giorno e so pure che gli sbagli che ho commesso nei suoi confronti, era giusto farli per crescere, e se rinascessi li rifarei. La sua morte è riuscita a cambiami, a farmi capire che cose come il denaro non contano davvero. Da quel momento sono un Borja Valero diverso”.

Sui suoi inizi al Real Madrid:

Per me il calcio era un divertimento, ma ho smesso di viverlo in modo spensierato nel giorno in cui sono andato al Real Madrid, a 11 anni. Mi ritengo fortunato per avercela fatta, altrimenti sarei molto più amareggiato. Durante la mia formazione ho vissuto con oltre 300 ragazzi e l’85% di loro non ha sfondato. Tutta gente che ha sacrificato l’adolescenza per niente. Quelli scartati li vedevi partire con lo zaino, dall’oggi al domani, e mi dicevo che avrei potuto fare anch’io quella fine. Era stressante perché non dipendeva soltanto dal campo, ma anche dall’opinione dei formatori. Assomigliava a X-Factor, solo che non c’era il pubblico a salvarti. Ho visto tantissime lacrime”.

Invece sui vari campionati ai quali ha partecipato:

Il tifo in Inghilterra è meraviglioso. Quando giocavo nel West Bromwich e retrocedemmo, alla fine dell’ultima partita vollero che facessimo il giro di campo per applaudirci. Qui o in Spagna non sarebbe mai successo. Insomma, ci vorrebbe un mix, perché in Liga il calcio è più elegante, mentre in Serie A c’è più tattica. Roma? Non so se il treno sia mai passato davvero questa estate e in ogni caso non ho voluto ascoltare, perché ho avuto la fortuna di poter scegliere. Vincere mi interessa ancora, però so bene che è molto difficile battere società più ricche, anche se ci voglio sempre provare. A cominciare dal Napoli, anche se non sarà facile con campioni come Callejon e Martens.

Per ciò che riguarda la vittoria dello scudetto:

“La Juve vince sempre e ha comprato anche i due giocatori più forti di Napoli e Roma, ma spero in un torneo equilibrato. Le inseguitrici se la possono giocare”.

Infine per ciò che riguarda la nazionale spagnola:

“Se l‘Italia può battere la Spagna? Certo, il calcio non è matematica. Nello scontro diretto tutto può succedere, come è accaduto all’Europeo. Azzurri da Spagna? Credo che Buffon, Barzagli, Bonucci potrebbero trovare spazio di sicuro. E poi c’è Verratti: io impazzisco per lui. Mi somiglia? Magari gli somigliassi. Lui è più istintivo, ha lo stile di Iniesta e Silva. Sono stato felice da tifoso perché abbiamo vinto tutto. Aver giocato all’estero in un club non di primo piano forse mi ha penalizzato, ma sono contento. Anche se questa è la sola vita che ho, mi sento fortunato”.

  11:09 21.12.16
Condividi
article
10062152
CalcioWeb
Borja Valero sulla corsa scudetto: “Le inseguitrici se la possono giocare con la Juve”
Il giocatore della Fiorentina, Borja Valero, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport durante la quale ha toccato numerosi temi Il giocatore della Fiorentina, Borja Valero, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport durante la quale ha toccato numerosi temi, iniziando dal suo rapporto con la religione: “Non credo a un’altra
http://www.calcioweb.eu/2016/12/borja-valero-sulla-corsa-scudetto-le-inseguitrici-la-possono-giocare-la-juve/10062152/
2016-12-21 11:09:53
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2015/10/small_151004-213404_bas041015spo_00255.jpg
borja valero,Fiorentina
Fiorentina
Torna alla Home