Il calcio cinese vuole continuare a spendere senza sosta: Turan e Podolski nel mirino

Sono 761 i milioni di euro spesi per calciatori negli ultimi due anni, e il calcio cinese nelle ultime due sessioni è stato il secondo al mondo per volume di spese dopo la Premier

Oscar (LaPresse/PA)

Parliamo di un movimento calcistico in continua ascesa che, ormai da alcuni anni, si sta facendo notare per le cifre esorbitanti con cui si assicura le prestazioni di importanti calciatori in giro per il mondo. Si tratta del ‘magico’ mondo rappresentato dal calcio cinese: a quanto pare Tevez e Oscar sarebbero solo gli antipasti di questo mercato invernale. La Chinese Super league sta per aggiungere nuovi campioni alla sua collezione, e dopo gli allenatori e il know-how (ottenuto anche comprando società in Europa), ora punterebbe anche agli arbitri. Stando a quanto riportato da ‘Panorama’, sono 761 i milioni di euro spesi per calciatori negli ultimi due anni, e il campionato cinese nelle ultime due sessioni è stato il secondo al mondo per volume di spese dopo la Premier. Davanti a tutti gli altri, dalla Bundesliga, alla Liga alla Serie A. La cosa inizia a preoccupare non solo i concorrenti, ma secondo quanto sostiene il quotidiano tedesco ‘Die Welt’ gli stessi vertici della Lega cinese: la corsa al rialzo è una bolla che rischia di distorcere il mercato. La Lega starebbe pensando di modificare la regola che permette 4 stranieri extra-continentali + 1 asiatico a un 3 +1: “I top-player stranieri – ha comunicato la Lega cinese – hanno dato impulso al campionato e reso le partite più interessanti, ma anche creato un notevole fardello finanziario e limitato le chance dei giocatori autoctoni”.

Come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, se da un lato Klopp critica Oscar per essere andato in Cina a 25 anni, dall’altra Gervinho racconta perché la Super League sia irresistibile. L’ex Roma incassa 10 milioni l’anno, a cui si aggiungono i bonus: “Prendo 150mila euro netti ogni gol segnato. Più 60mila per ogni partita giocata, sempre netti. In Europa sarebbe inconcepibile, pure al Real Madrid”. Intanto come detto i club cinesi continuano a sondare giocatori in Europa: dopo il no di Kalinic sarebbe arrivato anche quello di Arda Turan, avvicinato da Guangzhou Evergrande e Beijing Guoan. Gli sarebbe stato offerto un contratto di tre anni da 18 milioni l’anno, ma il turco avrebbe detto no, forte anche dello status di primo cambio del tridente delle meraviglie del Barcellona, e della stessa volontà del club catalano di non cederlo. Lo stesso Evergrande avrebbe quindi virato su Lukas Podolski: 9 milioni l’anno al giocatore e 20 al Galatasaray. Insomma, prepariamoci a vederne ancora delle belle.

  19:05 29.12.16
Condividi
article
10064000
CalcioWeb
Il calcio cinese vuole continuare a spendere senza sosta: Turan e Podolski nel mirino
Parliamo di un movimento calcistico in continua ascesa che, ormai da alcuni anni, si sta facendo notare per le cifre esorbitanti con cui si assicura le prestazioni di importanti calciatori in giro per il mondo. Si tratta del ‘magico’ mondo rappresentato dal calcio cinese: a quanto pare Tevez e Oscar sarebbero solo gli antipasti di
http://www.calcioweb.eu/2016/12/calcio-cinese-vuole-continuare-spendere-senza-sosta-turan-podolski-nel-mirino/10064000/
2016-12-29 19:05:55
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2016/11/Oscar.jpg
calcio cinese
Mercato
Torna alla Home