Florijan?i? e Tentoni, gli anni d’oro della Cremonese e la vittoria a Wembley

La Cremonese piccola provinciale a trionfare nel tempio del calcio. Matjaž Florijan?i? e Andrea Tentoni la coppia gol degli anni d’oro

Tra talenti cristallini, promesse irrisolte, flop imprevisti e risultati pessimi oggi la squadra naviga da qualche anno in serie C o Lega Pro Prima Divisione. Oggi la Cremonese sopravvive in terza serie, non riuscendo a lasciarla nonostante cospicui investimenti e tifosi griggiorossi in prima linea. Il ricordo della piccola Cremonese mai priva di glorie calcistiche ed imprese memorabili, la storia di un presidente che non c’è più; quell’ l’uomo che per primo le rese possibili: Domenico Luzzara. Eppuure nell’ennesimo ricordo di album di figurine posati o almanacchi del calcio polverosi escono fuori immagini del bomber Gustavo Abel Dezotti, che retrocesse con la maglia grigiorossa nella primavera del 1990 e all’inizio dell’estate giocò una finale mondiale con la sua Argentina, Gianluca Vialli cresciuto in casa e lanciato in seguito a grandi imprese con la maglia della Sampdoria, la breve luce di una stella di Enrico Chiesa e soprattutto Andrea Tentoni il più cremonese nel senso di appartenenza storica Tentoni il più forte centravanti d’Italia se si gioca in contropiede” Gigi Simoni.

Gli anni ’90, un decennio in bilico fra le certezze di un passato vissuto sopra le righe e le incognite di un millennio tutto da scoprire, fra una Prima Repubblica da spazzar via e una Seconda Repubblica forse anche peggiore (se mai c’è stata). gigi-simoni-allenatore-cremoneseAlti e bassi, luci e ombre. In quegli anni si cominciò a intuire che la festa era finita, ma nessuno seppe indicare una nuova via di benessere. O chi lo fece non venne ascoltato. In quegli anni si posero le basi della moneta unica, ma non quelle per un’Europa unita davvero.  Fiorello portava il Karaoke nelle piazze d’Italia, andava in onda per la prima volta Quelli che il Calcio ed il pallone si nutriva ancora di semplicità. Era l’anno delle provinciali che regalavano belle storie, era l’anno della Cremonese.
A metà degli anni ’90 la Cremonese di Gigi Simoni era composta da una rosa che poteva vantare giocatori importanti, come il portiere Turci, il regista Riccardo Maspero, gli attaccanti Florjancic, l’ex laziale Gustavo Abel Dezotti ed Andrea Tentoni  (l’unico giocatore della Cremonese che abbia mai partecipato ad una finale mondiale, con l’Argentina nel ’90). Centravanti forte fisicamente e nel gioco aereo, Tentoni giocava spesso con la maglia aderente quasi a voler mostrare il suo fisico longilineo finto magro, un attaccante che con i suoi 190 cm fece sognare un intera città. Al suo fianco Matjaz Florijan?i?, lo Sloveno che, nonostante la scarsa vena realizzativa riusciva con la sua tecnica ad esaltare il compagno di reparto e ad essere utile all’economia della squadra. Rapido, un dribbling veloce e ubriacante ma anche molti errori, Floriancic torna alla mente più per le sue ripartenze ed i suoi assist più che per il  bottino di gol realizzati.

Una progressione ed una tecnica che associata alla fisicità ed ai gol di Tentoni, faceva dell’attacco Cremonese uno dei reparti offensivi più pericolosi d’Italia. Una coppia affiatata (Tentoni-Floriancic) difficile da fermare per una realtà calcistica che ancora oggi rappresenta in Italia una delle piu belle soprese degli anni 90. Con l’arrivo di Gigi Simoni nell’estate del 1992, la Cremonese vive gli anni più gloriosi della propria storia: promozione in Serie A (1992-93) con l’allora record di vittorie consecutive iniziali per una squadra professionistica italiana (8);matjaz-florijancic tre stagioni consecutive in Serie A con un decimo posto in classifica come miglior piazzamento (1993-94); la conquista, il 27 marzo 1993, del Trofeo Anglo-Italiano, con una spettacolare vittoria sul Derby County per 3-1 in finale nel leggendario stadio londinese di Wembley davnati 35.000 spettatori. Essere lì voleva dire entrare a far parte della storia del calcio e questo contava più di ogni parola. La piccola squadra di Provincia nel tempio del calcio.  Tentoni da perfetto sconosciuto quel’era diventa il simbolo di quella Cremonese. Robusto, non propriamente muscoloso non propriamente armonico trascinava i suoi. All’esordio al “Delle Alpi” contro la Juventus i ragazzi perdono di misura, la settimana successiva Tentoni stende con una doppietta il Napoli di Marcello Lippi. ll cammino dei grigiorossi prosegue tra elogi e risultati inaspettati: le vittorie con le romane, il 4-0 nel derby con il Piacenza.

A novembre la squadra è in quinta posizione, a 3 punti dalla vetta, e Tentoni è sempre presente nel tabellino marcatori. Turci, Gualco, Pedroni; Cristiani, Colonnese, Verdelli; Giandebiaggi, Nicolini, Tentoni, Maspero, Florjancic.  Simoni nel 2003 in occasione delle celebrazioni dei cento anni di storia della società, è votato “allenatore del secolo” della formazione grigiorossa e  che con il successo a  Wembley era la seconda squadra italiana di club a espugnare il tempio del calcio mondiale dopo il Milan nella finale di Coppa dei Campioni del maggio del 1963. Qualche giocatore  è goleador di natura altri invece dopo essersi separati non riescono più a trovare la via del goal e del successo.  Così dopo la gloria… il baratro, dopo tre stagioni in serie A, la squadra comincia un periodo difficile. Nel giro di due stagioni affonda dalla serie A alla Serie C1 (1996-1997), per scivolare addirittura in Serie C2 nel 1999-2000. anderslimpar-seriea198990Sono gli anni dell’abbandono dello storico presidente Luzzara, Floriancic passa al Torino per finire nell’ombra di l’Empoli, Fidelis Andria, Alzano Virescit, Crotone e Pro Sesto. Andrea Tentoni non non sarà più mai esplosivo come prima. L’attaccante ha forti dolori alla schiena e viene colpito dalla varicella, il preludio di un declino che lo porterà a vestire maglie di Piacenza Chievo, Pescara, Rimini con un solo gol all’attivo e prestazioni sottotono che gli valgono il soprannome di Rigido. Per molti sono solo meteore, per altri ancora vivi ricordi, per noi ragazzi di quegli anni nomi che suonano di anni novanta, che facilmente riportano a sensazioni che il calcio ha smesso da un pezzo di regalare. Gol ed emozioni che ogni tanto portano alla luce ricordi lontanti come quelli di squadre minori (arrivate a sollevare un trofeo internazionale) e oggi spesso dimenticate.

  23:17 15.12.16
Condividi
article
10060393
CalcioWeb
Florijan?i? e Tentoni, gli anni d’oro della Cremonese e la vittoria a Wembley
La Cremonese piccola provinciale a trionfare nel tempio del calcio. Matjaž Florijan?i? e Andrea Tentoni la coppia gol degli anni d’oro Tra talenti cristallini, promesse irrisolte, flop imprevisti e risultati pessimi oggi la squadra naviga da qualche anno in serie C o Lega Pro Prima Divisione. Oggi la Cremonese sopravvive in terza serie, non riuscendo
http://www.calcioweb.eu/2016/12/florijancic-e-tentoni-gli-anni-doro-della-cremonese-e-la-vittoria-a-wembley/10060393/
2016-12-15 23:17:33
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2016/12/cremo.jpg
andrea Tentoni,cremonese,Floriancic e Tentoni,Matjaž Florijan?i?
Curiosità
Torna alla Home