Inter, l’agente di Gabigol è un fiume in piena: critica la società e apre all’ipotesi prestito

L'agente di Gabigol, Wagner Ribeiro, è tornato a parlare della difficile situazione in cui si trova il suo assistito nell'Inter: "Quando ho parlato con Ausilio mi ha risposto che avrebbe giocato..."

Gabigol

Nel corso del mercato estivo era arrivato nel nostro campionato con le credenziali del grande campione che avrebbe finalmente messo fine alla solitudine di Mauro Icardi in area di rigore. Tutti ricorderanno la presentazione fatta in pompa magna dall’Inter per l’acquisto del talento brasiliano Gabigol: dopo quattro mesi quella celebrazione non è altro che uno sbiadito ricordo, visto come stanno andando le cose. Una sola apparizione in Serie A per lui nella sfida casalinga giocata dai nerazzurri contro il Bologna, quando in panchina sedeva ancora Frank De Boer. Così l’agente del giocatore, Wagner Ribeiro, è tornato a parlare della difficile situazione in cui si trova il suo assistito. Lo ha fatto attraverso una serie di dichiarazioni rilasciate ai microfoni di ‘Fox Sports Radio’: “Ero a San Siro per Inter-Fiorentina, c’era il presidente Erick Thohir e gli ho chiesto perché non veniva fatto giocare nel secondo tempo quando l’Inter vinceva 3-0. Capisco che è giovane e che ha tanto da imparare, ma mi chiedo cosa gli manchi per giocare. Se l’Inter fosse in testa alla Serie A direi che stanno aspettando per farlo giocare. Ma l’Inter è a metà classifica e lui non ha chance…”.

LaPresse/Spada
LaPresse/Spada

Dopo le resistenze iniziali Ribeiro sembra aprire in maniera decisa all’ipotesi del prestito: “A gennaio chiederò ad Ausilio qual è il progetto di Pioli per lui: gli daranno qualche chance o lo mandano via in prestito? Non voglio obbligare l’allenatore, ma se non ha opportunità nell’Inter allora che giochi in un’altra squadra: Adriano, per esempio, è andato al Parma ed è tornato Imperatore. Mentre ricordo che, quando Kakà arrivò al Milan, davanti a sé aveva Rui Costa. L’allenatore era Ancelotti e lo fece subito entrare nel secondo tempo: Kakà è stato il migliore in campo. Gabriel è giovane, ma non ha opportunità”. Poi il procuratore di Gabigol svela alcuni aneddoti che hanno portato il brasiliano a vestire la maglia dell’Inter: “Alle Olimpiadi ho incontrato il presidente Thohir e mi ha detto che nell’Inter avrebbero fatto di Gabriel il giocatore migliore al mondo. Oltre ai nerazzurri, c’erano Juventus, Atletico Madrid e Leicester. L’aspetto decisivo è stato quello economico, perché la Juve è allo stesso livello dell’Inter. Arrivato in Italia, è stato accolto in aeroporto da più di mille persone e presentato in un auditorium come avevano fatto con Ronaldo. Fisicamente sta bene e si inserisce nella squadra, eppure in tre mesi ha giocato 19 minuti. Quando ho parlato con Ausilio – ha sottolineato Ribeiro – gli ho chiesto se l’allenatore sapesse dove e come fare giocare Gabriel o se avesse già in mente di non farlo giocare perché non lo riteneva pronto. Lui mi ha risposto che avrebbe giocato: è già passato metà campionato e ancora non ha giocato”.

  12:28 21.12.16
Condividi
article
10062179
CalcioWeb
Inter, l’agente di Gabigol è un fiume in piena: critica la società e apre all’ipotesi prestito
Nel corso del mercato estivo era arrivato nel nostro campionato con le credenziali del grande campione che avrebbe finalmente messo fine alla solitudine di Mauro Icardi in area di rigore. Tutti ricorderanno la presentazione fatta in pompa magna dall’Inter per l’acquisto del talento brasiliano Gabigol: dopo quattro mesi quella celebrazione non è altro che uno
http://www.calcioweb.eu/2016/12/inter-lagente-gabigol-un-fiume-piena-critica-la-societa-apre-allipotesi-prestito/10062179/
2016-12-21 12:28:33
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2016/09/gabigol-4.jpg
Gabigol Inter
Inter
Torna alla Home