Lo Statuto del Milan venduto all’asta per 94.000€: resta in Italia a salvaguardia della memoria

Lo Statuto del Milan è finito in mani italiane. Un cimelio incredibile, il simbolo della nascita del Milan e la salvaguardia della memoria

Nelle sale d’asta tutto è possibile così come l’incertezza che vige dietro il cartellino alzato da parte dell’interessato. Si attendevano molti vecchi soci, azionisti o appassionati rossoneri ma nessuno della società Ac Milan ha cercato di accaparrarsi lo statuto, così come il disinteressamento di qualche neo azionista Cinese faceva presagire un debutto all’asta del tutto anonimato. Invece a salvaguardare uno dei documenti storici del  calcio e soprattutto del Milan Football & Cricket Club è stato Giuseppe La Scala. Battuto ad un prezzo di 93.750 € mercoledì 14 dicembre 2016 al Grand Hotel et de Milan, lo statuto di fondazione del Milan lo ha acquista a sorpresa un avvocato milanese e piccolo azionista della squadra, La Scala deluso ed infastidito dall’assenza della società: “Ho saputo che la società non partecipava all’asta, mi sembrava incredibile che nessuno di loro partecipasse. statuto_milan_kilpin-638x425La mia idea è che questo statuto possa essere visto da tutti nel museo del Milan”. Sarebbe stato davvero un peccato perdere un documento di fondazione dal prestigio e dal valore storico così importante. Stampato nel 1900 in 16 pagine è infatti l’unico documento cartaceo sulla costituzione di uno dei club più famosi del mondo; un gesto di impegno dei tifosi per salvaguardare la memoria del club, in assenza di rappresentanti del Milan. Il documento oltre altissimo valore simbolico per tutti i tifosi rossoneri è stato conservato in ottimo stato e testimonia le origini del club rossonero, un club che nacque grazie all’iniziativa di un gruppo di inglesi e italiani, riuniti all’hotel Du Nord e des Anglais, tra i quali Alfred Edwards, il primo presidente, Edward Nathan Berra, il vicepresidente e capitano della squadra di cricket, il segretario Samuel Richard Davies, e fra i soci fondatori David Allison (capitano della squadra), Daniele Angeloni, Giannino Camperio, Antonio Dubini, Guido Valerio e Herbert Kilpin.

Il piccolo opuscolo rosso e nero ha incuriosito anche il Ministero dei Beni Culturali, che ha avviato un procedimento di interesse che vincolerà il bene al territorio italiano

  23:07 15.12.16
Condividi
article
10060362
CalcioWeb
Lo Statuto del Milan venduto all’asta per 94.000€: resta in Italia a salvaguardia della memoria
Lo Statuto del Milan è finito in mani italiane. Un cimelio incredibile, il simbolo della nascita del Milan e la salvaguardia della memoria Nelle sale d’asta tutto è possibile così come l’incertezza che vige dietro il cartellino alzato da parte dell’interessato. Si attendevano molti vecchi soci, azionisti o appassionati rossoneri ma nessuno della società Ac
http://www.calcioweb.eu/2016/12/lo-statuto-del-milan-venduto-allasta-94-000e-resta-italia-salvaguardia-della-memoria/10060362/
2016-12-15 23:07:12
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2016/12/C_2_articolo_3037804_upiImagepp.jpg
statuto del Milan
Milan
Torna alla Home