Che fine ha fatto? Marco Motta, terzino con la valigia in mano

Per la nostra rubrica "Che fine ha fatto?", oggi parliamo di Marco Motta

Motta

Era uno dei terzini più promettenti del nostro calcio, e il curriculum che vanta Juventus e Roma ne è una prova. Marco Motta però non è riuscito a confermare le ottime premesse che ne accompagnavano il primo scorcio di carriera. Lanciato dall’Atalanta, resta in nerazzurro un solo anno, dopo l’apprendistato delle giovanili. All’Udinese, che lo acquista nel 2005, l’impatto non è dei più felici per via di un infortunio. Il secondo anno è leggermente più fortunato, ma Motta non riesce a trovare continuità e i friulani decidono di prestarlo al Torino. A fine stagione, l’ennesimo ritorno a Udine, dove però non è mai scattata la scintilla. La Roma coglie la palla al balzo e lo preleva in prestito gratuito, con la possibilità di trattenerlo in comproprietà versando 3,5 milioni di euro nelle casse della società dei Pozzo. Sarà un buona stagione quella nella capitale, tanto che i giallorossi acquistano la metà del giocatore dai bianconeri. Nell’estate del 2010, l’Udinese torna proprietario del cartellino alle buste, superando l’offerta romanista, ma all’orizzonte c’è un nuovo trasferimento per Motta: è la Juventus ad accaparrarselo, facendogli firmare un quadriennale. Nel primo anno, quello del secondo settimo posto consecutivo, trova un discreto spazio tra i titolari; poi, però, arriva Antonio Conte, che non lo vede. Allora ricomicia il valzer di prestiti: Catania, Bologna, Genoa sono le ultime maglie italiane che indossa, prima della rescissione con la Juventus nel febbraio 2015. A quel punto, arriva la chiamata del Watford, club con cui raggiunge la promozione in Premier League; non basta però per il rinnovo. Resta sei mesi senza casa e si allena col Qpr, per non perdere la condizione fisica. A inizio 2016, firma un contratto col Charlton (Championship), squadra con cui termina la stagione totalizzando 12 presenze. L’esperienza all’Almeria (2017/2018) gli ha dato la spinta per il finale di una carriera – ha “ancora” 32 anni – che avrebbe potuto portarlo a prendersi la fascia destra della Nazionale. Quest’anno, lo aspetta l’ennesima tappa di un percorso caratterizzato dalla discontinuità: giocherà per l’Omonia Nicosia, club della capitale cipriota.

SCARICA GRATIS L’APP DI CALCIOWEB PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO IN TEMPO REALE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE SU CALCIOWEB

  01:11 20.09.18
Condividi
article
10244706
CalcioWeb
Che fine ha fatto? Marco Motta, terzino con la valigia in mano
Era uno dei terzini più promettenti del nostro calcio, e il curriculum che vanta Juventus e Roma ne è una prova. Marco Motta però non è riuscito a confermare le ottime premesse che ne accompagnavano il primo scorcio di carriera. Lanciato dall’Atalanta, resta in nerazzurro un solo anno, dopo l’apprendistato delle giovanili. All’Udinese, che lo
http://www.calcioweb.eu/2018/09/che-fine-ha-fatto-motta/10244706/
2018-09-20 01:11:29
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/01/marco-motta.jpg
Juventus,Roma,Serie A,Udinese
Che fine ha fatto
Torna alla Home