L’Uomo del Giorno: David Pizarro, importanti esperienza tra Udinese, Inter, Roma

Buon compleanno a Pizarro: ottimo centrocampista che ha lasciato il segno a Udine e Roma. Fallimento all'Inter per l'unica stagione a Milano

David Marcelo Pizarro Cortés nasce a Valparaíso l’11 settembre 1979. È un regista davanti alla difesa, dotato di una ottima tecnica individuale, esperto in lanci di lunga-media distanza, controllo e difesa della palla, ha un fisico possente nonostante l’altezza. È ostinato nella gestione della palla, caratteristica che talvolta lo porta a rischiare il possesso anche in zone del campo “pericolose”, è solito attendere il diretto avversario per poi eluderlo con un dribbling in modo da creare la superiorità numerica per l’avanzata centrale palla al piede o il lancio lungo. Calciatore dall’intelligenza e visione di gioco superiore alla media.Cresciuto in patria, arriva in Italia nella stagione 1999-2000, la prima con la maglia dell’Udinese, esordendo in Serie A il 29 agosto 1999 alla prima giornata in Venezia-Udinese 1-1 subentrando all’80’ al posto di Andrea Sottil. Pur nascendo come trequartista viene “reinventato” regista. Finirà la stagione con un totale di 5 presenze.

Nella successiva stagione collezionerà solo altre 4 presenze in Serie A ma, dopo un breve ritorno in patria all’Universidad de Chile, sarà la stagione 2001-02 a consacrare El Pek. Alla fine conterà ben 31 presenze corredate da 2 gol, il primo dei quali, quello assoluto in Serie A, il 23 settembre 2001 contro il Perugia al Renato Curi, dove mette a segno il gol della vittoria per 2-1. Nelle successive stagioni avrà modo, con la maglia dei Friulani, di mettersi in mostra anche sotto la guida di Luciano Spalletti.Nel luglio 2005, dopo sei stagioni in bianconero, passa all’Inter per 12 milioni di € più la metà del cartellino di Goran Pandev. Nella sua unica stagione in nerazzurro vincerà la Supercoppa di lega, la Coppa Italia e lo scudetto, assegnato alla società milanese dopo i fatti di Calciopoli. Con l’Inter ha segnato tre gol: in campionato il 18 dicembre 2005 nella partita vinta 4-0 contro la Reggina, in UEFA Champions League contro i Rangers Glasgow e in Coppa Italia contro l’Udinese.Il 19 agosto 2006 accetta il trasferimento in comproprietà alla Roma per la cifra di 6,5 milioni di euro, dove ritrova in panchina il suo vecchio mister Luciano Spalletti. Il suo primo gol in giallorosso risale al 17 settembre 2006, seconda giornata di campionato, contro il Robur Siena.

Nella sua prima stagione tra le file dei giallorossi, contribuisce al percorso della Roma in Champions League che, dopo 23 anni, riesce a raggiungere i quarti di finale, dove viene sconfitta nel doppio confronto contro il Manchester United (2-1) e (1-7). Nello stesso anno vince la Coppa Italia battendo in finale l’Inter. Alla fine della stagione 2006-2007 la Roma riscatta per altri 5,75 milioni di euro la metà del cartellino ancora di proprietà dell’Inter. Alla sua seconda stagione, il 19 agosto 2007 vince la Supercoppa Italiana, battendo ancora l’Inter, sempre a San Siro, per 1-0. In Champions League, dopo aver superato il girone eliminatorio con un secondo posto alle spalle del Manchester United, la Roma riesce nell’impresa di eliminare agli ottavi il Real Madrid vincendo in Spagna nello stadio delle “merengues”: il Santiago Bernabéu. David contribuisce al passaggio del turno siglando il gol del pareggio nella partita di andata a Roma, terminata poi col punteggio di 2-1. In campionato, dopo una fase di appannamento, dovuto ad un infortunio durante la preparazione estiva, riesce a recuperare una buona brillantezza fisica che lo porta a riprendersi la regia del centrocampo romanista, dispensando ottime prestazioni coronate da importantissimi assist per i compagni. Il 1º febbraio 2009, in occasione della gara Reggina-Roma (2-2), realizza la sua prima doppietta in maglia giallorossa. Il 29 ottobre 2009 prolunga il proprio contratto con la Roma fino al 30 giugno 2013, per un compenso lordo di 3,2 milioni di euro a stagione. Il 6 febbraio 2011 sigla il gol del 2-1 al Via del Mare di Lecce.

Il 31 gennaio 2012 passa al Manchester City del suo ex allenatore ai tempi dell’Inter Roberto Mancini, con la formula del prestito secco. Segna il suo primo gol con gli inglesi, nel match dei sedicesimi di Europa League del 22 febbraio contro il Porto, partita che finirà 4-0 sancendo il passaggio del turno della sua squadra. Il 13 maggio, grazie alla vittoria per 3-2 contro il Queens Park Rangers, si aggiudica con la sua squadra il titolo di Premier League. Dopo aver rescisso il contratto con la Roma, il 9 agosto 2012 si trasferisce alla Fiorentina, con cui firma un contratto biennale a 750.000 euro all’anno. Esordisce in maglia viola il 18 agosto nella gara di Coppa Italia Fiorentina-Novara 2-0.[15]. Segna il suo primo gol in maglia viola il 16 dicembre nella gara di campionato Fiorentina-Robur Siena 4-1, realizzando un calcio di rigore e dedicandolo alla sorella morta pochi giorni prima. Il 7 aprile va a segno regalando il pareggio nella partita contro il Milan. Inizia la nuova stagione 2013-2014 al meglio, segnando nella prima giornata il gol del definitivo 2-1 al Franchi contro il Catania. Dopo una lunga trattativa per il rinnovo ed essere rimasto svincolato per alcuni giorni, a luglio decide di rinnovare per un altro anno con la Fiorentina. Il 21 luglio 2015 firma un contratto annuale con i cileni dei Santiago Wanderers, facendo così ritorno in patria dopo 16 anni. La prima stagione è costellata da infortuni e si rivela la peggiore della sua carriera; rinnova quindi il contratto per un solo semestre ma durante la seconda stagione resta a sorpresa svincolato e torna invano in Italia cercando un nuovo contratto come calciatore. Dopo sei mesi torna in patria e nel gennaio 2017 viene annunciato il suo ingaggio da parte dell’Universidad de Chile, con cui si laurea per la prima volta campione del Cile vincendo il Torneo de Clausura della Primera División 2016-2017.

SCARICA GRATIS L’APP DI CALCIOWEB PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO IN TEMPO REALE

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SEMPRE AGGIORNATE SU CALCIOWEB

  00:02 11.09.18
Condividi
article
10241527
CalcioWeb
L’Uomo del Giorno: David Pizarro, importanti esperienza tra Udinese, Inter, Roma
David Marcelo Pizarro Cortés nasce a Valparaíso l’11 settembre 1979. È un regista davanti alla difesa, dotato di una ottima tecnica individuale, esperto in lanci di lunga-media distanza, controllo e difesa della palla, ha un fisico possente nonostante l’altezza. È ostinato nella gestione della palla, caratteristica che talvolta lo porta a rischiare il possesso anche
http://www.calcioweb.eu/foto/compleanno-pizarro/id/10241527/
2018-09-11 00:02:14
http://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2015/03/small_150217-170532_to170215spo_0270.jpg
Fiorentina,Inter,Roma,Udinese
Gallery
Torna alla Home