Sneijder ai tifosi: “Sto bene, non so cosa succederà”

Il momento per Wesley Sneijder non è certo dei migliori. La sua querelle con l’Inter è oramai nota a tutti, e dal fronte nerazzurro in tanti hanno detto la loro. Da Branca a Stramaccioni, passando per Tronchetti Provera. Il diretto interessato, però, non parla. Continua ad allenarsi, covando probabilmente rabbia, dentro di se, per il trattamento ricevuto e per il modo in cui è stato dato in pasto ai media il suo caso.

Poco fa, al termine dell’allenamento odierno, c’era qualche tifoso appostato ai cancelli d’uscita dalla Pinetina. L’olandese, come spesso fa, si è fermato, per le solite foto di rito e qualche autografo. Tutti gli hanno chiesto lumi sulla vicenda che sta tenendo banco in questi giorni, ma Sneijder ha continuato a percorrere la linea del silenzio, limitandosi a dire: “Sto bene, ma non so cosa succederà“.

Parole che, se in teoria dicono nulla, lasciano intravedere in realtà scenari che dovrebbero portare ad una sua cessione nel prossimo gennaio, anche se probabilmente l’Inter potrebbe essere costretta ad accettare una cifra piuttosto modesta, nell’ordine dei 7 milioni di euro. Del resto, che le strade del club nerazzurro e del centrocampista si separino, giunti a questo punto, conviene a tutti.