Brasile 2014, Marco Materazzi irride la Francia: “Non andrà oltre i quarti di finale”

materazziLe discussioni sorte attorno alla decisione adottata dalla FIFA di tutelare la Francia nel sorteggio dei gironi del Mondiale in Brasile, non per nulla rivelatosi estremamente soddisfacente per i transalpini, non sono ancora terminate. Ad essere stata penalizzata in particolare è stata la Nazionale italiana, finita in un girone certo non agevole in cui hanno trovato posto anche Inghilterra ed Uruguay. Ad interventire sulla scelta di Joseph Blatter di inserire i “Galletti” nell’urna in cui erano collocate tutte le altre rappresentanti del Vecchio Continente nonostante vantassero il peggior piazzamento nel ranking Fifa è Marco Materazzi, storico mattatore nella finale dei Mondiali del 2006. “Il nostro è un girone duro, ma anche le altre devono avere paura. L’Italia – sottolinea Matrix in un’intervista concessa al Corriere dello Sport- ha sempre sofferto perché non incontrava squadre temibili, stavolta invece è il più difficile insieme a quello del Portogallo. L’Uruguay è forte e l’Inghilterra la conosciamo bene. Sarà dura, ma bisogna passare”. “I viaggi – evidenzia l’ex difensore Azzurro- possono dare fastidio perché con quattro ore di volo devi partire due giorni prima. Influiranno pure il caldo e l’umidità ma ormai nel calcio la condizione fisica è fondamentale ovunque”. Tornando alla diatriba legata al sorteggio, Materazzi spiega: “Il problema non è stato il sorteggio in sé, perché dall’urna può uscire di tutto, ma quello che era accaduto prima. Diciamo che la Francia è stata… fortunata, ma non tutte le ciambelle vengono con il buco e i francesi dovrebbero ricordarlo se ripensano alla finale del 2006”.  Chiaramente non è messa in  discussione la buona fede di Zinedine Zidane, protagonista della discussa estrazione:  Non penso l’abbia fatto con cattiveria sennò sarebbe… un mago. Chiunque avrebbe potuto estrarre la pallina dell’Italia. La Francia comunque ha il blasone, ma si fermerà al massimo ai quarti”. A prescindere dall’esito dell’urna, tuttavia, l’ex granatiere dell’Inter ritiene che la selezione di Cesare Prandelli disponga di ottime carte da giocarsi: “Può puntare alle prime quattro posizioni e poi giocarsi tutto lì, come in Germania. L’Italia con Prandelli è una squadra vera e nelle competizioni internazionali è sempre arrivata lontano. Punto soprattutto su Pirlo, Buffon e De Rossi, tre imprescindibili. E poi occhio a Totti. Decide Prandelli. Ma Francesco fa la differenza anche da fermo”. Per Materazzi, comunque, la griglia di partenza è chiara: “Il Brasile, ma non dimentico Spagna, Germania e Argentina”.

  11:34 08.12.13
Condividi
article
76550
CalcioWeb
Brasile 2014, Marco Materazzi irride la Francia: “Non andrà oltre i quarti di finale”
Le discussioni sorte attorno alla decisione adottata dalla FIFA di tutelare la Francia nel sorteggio dei gironi del Mondiale in Brasile, non per nulla rivelatosi estremamente soddisfacente per i transalpini, non sono ancora terminate. Ad essere stata penalizzata in particolare è stata la Nazionale italiana, finita in un girone certo non agevole in cui hanno
https://www.calcioweb.eu/2013/12/brasile-2014-marco-materazzi-irride-la-francia-non-andra-oltre-i-quarti-di-finale/76550/
2013-12-08 11:34:11
https://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2012/12/materazzi.jpg
Mondiali Brasile 2014
Torna alla Home