Ancelotti nella storia del Real Madrid: spazzato via il ricordo di Mourinho

ancelotti“Mancava una Coppa nella sala dei trofei. Ora c’e'”. Mr. Champions fa centro al primo colpo e il Real Madrid fa festa. Carlo Ancelotti si prende un posto nella storia dei blancos firmando la ‘Decima’ con il trionfo nella finale di Lisbona. Il tecnico emiliano ha arricchito ulteriormente il proprio curriculum straordinario, vincendo la quinta Champions della carriera (2 da giocatore e 3 da allenatore) e la terza, come tecnico, dopo le 2 conquistate sulla panchina del Milan. Il trionfo con il Real ha un significato speciale, perche’ pone fine all”ossessione’ del club del Santiago Bernabeu, finalmente in doppia cifra quando si parla di titoli continentali. Ancelotti e’ riuscito li’ dove, negli ultimi 3 anni, ha fallito Jose’ Mourinho. Lo Special One non e’ mai andato oltre le semifinali nel suo triennio blanco, chiuso tra tensioni, polemiche e addii al vetriolo. ‘Re Carlo’, invece, ha alzato la Coppa dalle grandi tra i sorrisi e l’affetto dei suoi giocatori. La conferenza stampa tenuta a notte fonda nella pancia dello stadio Da Luz di Lisbona e’ la foto del rapporto tra il tecnico e il club, tra l’allenatore e lo spogliatoio. Mentre Ancelotti si apprestava a rispondere alle domande, con il volto ancora tirato e il ‘solito’ sopracciglio alto, in sala hanno fatto irruzione diversi giocatori: Sergio Ramos, Pepe, Isco, Marcelo, Sami Khedira, Luka Modric e Alvaro Morata intonando uno dei cori piu’ gettonati tra i tifosi: ‘Como no te voy a querer’, ‘Come faccio a non amarti’.

Ancelotti ha accompagnato l’esibizione battendo una mano sul tavolo e concedendosi, probabilmente, uno dei pochi ‘eccessi’ in tutta l’annata. Ci ha pensato Pepe, con un bacio, a chiudere la scena. “Questo era fuori programma”, ha detto il tecnico prima di riprendere il discorso tattico con i media. Proprio Pepe e’ stato uno dei giocatori recuperati ‘moralmente’ da Ancelotti. Il centrale portoghese e’ uscito a dir poco provato dal triennio mourinhiano. Il tecnico italiano ha avuto il merito di voltare pagina, di cancellare le tensioni precedenti e di ripartire da zero. Ne hanno beneficiato tutti, da Cristiano Ronaldo a Sergio Ramos. “Ancelotti ci ha trasmesso tranquillita’, non ci mette pressione”, ha spiegato Karim Benzema, che nella finale di Lisbona e’ partito titolare prima di essere sostituito nella ripresa. Ancelotti ha avuto la capacita’ di correggere la formazione dopo il primo tempo a dir poco opaco e, nel finale, ha avuto la fortuna di raddrizzare la situazione con il gol di Ramos al 93′. Ai supplementari, ha dominato. “Voglio solo ringraziare i giocatori che hanno fatto un lavoro fantastico”, ha detto prima di accomodarsi nella storia del club piu’ importante del mondo.

  13:44 25.05.14
Condividi
article
94916
CalcioWeb
Ancelotti nella storia del Real Madrid: spazzato via il ricordo di Mourinho
“Mancava una Coppa nella sala dei trofei. Ora c’e'”. Mr. Champions fa centro al primo colpo e il Real Madrid fa festa. Carlo Ancelotti si prende un posto nella storia dei blancos firmando la ‘Decima’ con il trionfo nella finale di Lisbona. Il tecnico emiliano ha arricchito ulteriormente il proprio curriculum straordinario, vincendo la quinta
https://www.calcioweb.eu/2014/05/ancelotti-storia-real-madrid-spazzato-via-ricordo-mourinho/94916/
2014-05-25 13:44:16
https://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/06/CarloAncelotti_1218212.jpg
Ancelotti
News
Torna alla Home