Inter, Zanetti si prepara alla grande festa di sabato: “non farò l’allenatore, la mia carriera è indirizzata ad altro”

zanetti“Sicuramente ci sara’ tanta emozione dentro di me. Mi auguro che possa essere una grande festa, ma prima bisogna vincere la partita. Se giochero’ o meno lo decidera’ l’allenatore”. Lo ha detto Javier Zanetti a Sky Sport parlando della gara di sabato prossimo tra Inter e Lazio, ultima a San Siro per l’argentino prima di chiudere la carriera. “Mi dispiace – ha aggiunto il capitano nerazzurro – che non sara’ presente la curva, ma credo che il tifoso interista sara’ presente come in tante occasioni e ci sosterra’ fino alla fine”. La squadra di Mazzarri e’ reduce dalla sconfitta nel derby e contro la Lazio cerchera’ di conquistare i punti utili per la qualificazione alla prossima Europa League. “Mazzarri – ha detto ancora Zanetti – era dispiaciuto come tutti noi per aver perso una partita molto sentita come il derby. Ora pero’ bisogna preparare al meglio le due partite che mancano e che sono fondamentali”. Subito dopo le sfide contro i biancocelesti e il Chievo, Zanetti comincera’ la carriera da dirigente con un ruolo ancora da definire e del quale l’argentino ha gia’ parlato con Thohir in due diversi incontri a Milano. “Il presidente – ha raccontato il capitano dell’Inter – e’ sempre molto vicino a noi. La prima cosa che mi ha detto e’ che io ero una leggenda, non solo per questa squadra ma per tutto il calcio mondiale. Questo mi ha fatto un enorme piacere. Io allenatore? Credo che la mia carriera sia indirizzata verso un’altra direzione”.

zanettiIL PUNTO SULLA PARTITA DI SABATO – I cori e gli ululati razzisti contro Napoli e Mario Balotelli costano alla Curva Nord dell’Inter un altro turno di chiusura. Sabato prossimo contro la Lazio gli ultras nerazzurri sconteranno il primo dei tre accumulati nelle ultime due disposizioni del Giudice Sportivo, in una serata che sancira’ l’addio a San Siro di Javier Zanetti. Il club nerazzurro, punito con una multa di 50.000 euro, dovra’ quindi aspettare la terza partita in casa del prossimo campionato per avere nuovamente il sostegno del tifo piu’ caldo. Il provvedimento era ‘annunciato’, dopo che nel derby si erano sentiti distintamente sia i cori anti-napoletani (gli stessi che durante Inter-Napoli erano costati i primi due turni di stop) che quelli in direzione di Mario Balotelli. Non ci sara’ quindi parte del pubblico di casa ad assistere all’ultima partita al Meazza di Zanetti, in quella che sara’ una sfida decisiva in chiave Europa League. Contro la Lazio serve un pronto riscatto per non scivolare sotto il quinto posto, utile a tornare nella seconda competizione continentale per club attraverso i playoff. “Sicuramente ci sara’ tanta emozione dentro di me. Mi auguro che possa essere una grande festa, ma prima – dice Zanetti a Sky Sport – bisogna vincere la partita. Mi dispiace che non sara’ presente la Curva, ma credo che il tifoso interista ci sara’ come in tante occasioni e ci sosterra’ fino alla fine”. Il capitano argentino e’ uno dei giocatori ai quali Mazzarri potrebbe affidarsi per il rilancio. Jonathan e’ tornato nel derby dopo tre giornate di assenza e non ha convinto, mentre D’Ambrosio e’ stato spesso altalenante nelle prestazioni. A centrocampo Kuzmanovic prendera’ il posto dello squalificato Cambiasso. “Mazzarri – commenta Zanetti – era dispiaciuto come tutti noi per aver perso una partita molto sentita come il derby. Se giochero’ o meno la prossima gara lo decidera’ lui”. Solo dopo aver raggiunto l’obiettivo Europa League, Zanetti si siedera’ nuovamente attorno a un tavolo con Erick Thohir per stabilire con quale ruolo entrare a far parte della dirigenza. I due faccia a faccia precedenti sono serviti a sancire la reciproca volonta’ di continuare per la stessa strada. “Il presidente – conclude Zanetti – e’ sempre molto vicino a noi. La prima cosa che mi ha detto e’ che io ero una leggenda, non solo per questa squadra ma per tutto ilcalcio mondiale. Questo mi ha fatto un enorme piacere. Io allenatore? Credo che la mia carriera andra’ verso un’altra direzione”.

  18:34 07.05.14
Condividi
article
90585
CalcioWeb
Inter, Zanetti si prepara alla grande festa di sabato: “non farò l’allenatore, la mia carriera è indirizzata ad altro”
“Sicuramente ci sara’ tanta emozione dentro di me. Mi auguro che possa essere una grande festa, ma prima bisogna vincere la partita. Se giochero’ o meno lo decidera’ l’allenatore”. Lo ha detto Javier Zanetti a Sky Sport parlando della gara di sabato prossimo tra Inter e Lazio, ultima a San Siro per l’argentino prima di
https://www.calcioweb.eu/2014/05/inter-zanetti-si-prepara-grande-festa-sabato-non-faro-lallenatore-mia-carriera-indirizzata-ad/90585/
2014-05-07 18:34:35
https://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2013/07/zanetti.jpg
Zanetti
Inter
Torna alla Home