Napoli, Ultrà in silenzio: tutti i club e gruppi delle curve pensano solo a Ciro

ciro esposito napoliNel cuore del regno dei Mastiffs, i mastini della curva A del Napoli che hanno il loro quartier generale a Forcella, o in quello dei Fedayn, a piazza Ottocalli, la consegna e’ la stessa: quella del silenzio. La linea e’ quella tracciata ieri sera allo stadio: non e’ il momento delle provocazioni, ne’ di sfidare lo Stato. Niente magliette ingiuriose – come qualcuno paventava – o striscioni provocatori. Ora l’attenzione deve essere rivolta solo alle condizioni di Ciro Esposito, l’ultra’ azzurro che lotta tra la vita e la morte in un letto d’ospedale a Roma. Anche se ufficialmente nessuno vuole comparire, e c’e’ poca voglia di parlare, qualcosa trapela. Negli ultimi giorni, anche ieri pomeriggio dopo la notifica del provvedimento di Daspo all’ormai noto Genny ‘a carogna, e a uno dei leader dei Fedayn, Massimiliano Mantice, si sono susseguite le riunioni per stabilire una linea comune. Una linea che compatta tutto il mondo del tifo partenopeo, quello degli ultra’ e quello che si riconosce nei club. Come spiega il presidente dell’associazione dei Napoli Club, Saverio Passaretti. ”C’e’ una profonda amarezza – sottolinea – per tutto quello che e’ successo a Roma. Non entriamo nel merito, saranno le autorita’ competenti ad appurare la verita’. Tuttavia qualche riflessione va fatta, a partire dal fatto che se si gioca una partita come la finale di Coppa Italia davanti a 65mila persone non si puo’ sottovalutare cosi’ l’evento al punto da non prevedere una pattuglia nella strada dove sono scoppiati gli incidenti. Se le regole devono valere, devono valere per tutti: noi napoletani veniamo continuamente derisi e discriminati: non e’ piu’ tollerabile. E non puo’ essere De Tommaso il capro espiatorio di tutta questa situazione, non mi sembra giusto. Ora si parla di Genny e non di un tifoso che ha sparato. Prefetto e questore hanno sottovalutato il pericolo”. Nel pomeriggio la notizia della squalifica del San Paolo per due turni non ha certo contribuito a svelenire il clima. ”Oltre al danno la beffa. Credo – osserva Passaretti – che ogni commento rispetto a un provvedimento cosi’ ingiusto verso citta’, societa’ e tifosi, sia superfluo. Il sistema calcio adesso vuole far vedere che si vogliono fare le cose per bene. Sono disgustato”.

  19:45 07.05.14
Condividi
article
90603
CalcioWeb
Napoli, Ultrà in silenzio: tutti i club e gruppi delle curve pensano solo a Ciro
Nel cuore del regno dei Mastiffs, i mastini della curva A del Napoli che hanno il loro quartier generale a Forcella, o in quello dei Fedayn, a piazza Ottocalli, la consegna e’ la stessa: quella del silenzio. La linea e’ quella tracciata ieri sera allo stadio: non e’ il momento delle provocazioni, ne’ di sfidare
https://www.calcioweb.eu/2014/05/napoli-ultra-in-silenzio-tutti-i-club-gruppi-delle-curve-pensano-ciro/90603/
2014-05-07 19:45:27
https://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2014/05/ciro-esposito-napoli.jpg
In evidenza
Torna alla Home