Moggi punge la Juve: “Cuadrado a cosa serve?”

CalcioWeb

Luciano Moggi analizza la sconfitta della Juve contro l’Udinese dichiarando che i bianconeri non sono più quelli di una volta. Infine si sofferma sulle prestazioni delle altre squadre di Serie A

L’ex direttore generale della Juventus, Luciano Moggi, attraverso le colonne di “Libero Quotidiano” nel suo spazio “Il pallone di Luciano”, ha analizzato la prima giornata di campionato soffermandosi principalmente sulla sua vecchia squadra. La sconfitta contro l’Udinese, secondo Moggi, non è figlia del caso.

cuadrado“La squadra attacca male l’avversario subendo contropiedi come quello che ha permesso ai friulani di vincere. La Juve non è più la squadra di una volta intesa come gruppo di personalità, regna confusione”, questa l’analisi dell’ex bianconero che poi si è soffermato sull’acquisto di Cuadrado: “arriverà in soccorso Cuadrado ma non si capisce a cosa serva il gioco anarchico di questo giocatore che è in grado di fare anche goal di eccellente fattura se impiegato come prima punta, a meno che Allegri non voglia impostare la Juve da provinciale difendendosi per poi attaccare”.

Infine Moggi ha analizzato le prestazioni delle altre big commentando così: “Bene la Fiorentina: Sousa ha capito come si batte il Milan, che ha il vero problema a centrocampo. L’Inter vince ma non convince, il Napoli non si può più considerare una squadra di vertice, mentre la Roma è stata lenta e pasticciona”.

Condividi