Luciano Moggi risponde a Ronaldo su Calciopoli: attacco anche Totti

CalcioWeb

Ecco la risposta di Luciano Moggi alle dichiarazioni di Ronaldo su Calciopoli: contrattacco dell’ex dirigente della Juve

Ronaldo è tornato in Italia e ha ‘riabbracciato’ i tifosi dell’Inter in occasione della sfida di campionato al San Siro tra la formazione di Mancini e Sampdoria. Il brasiliano ha parlato della sua esperienza in nerazzurro, tornando sullo scandalo Calciopoli con dichiarazioni particolari, che non sono piaciute all’ambiente bianconero e a Luciano Moggi.

L’ex dirigente della Juve ha risposto a Ronaldo sulle colonne di Libero: “Al Meazza intanto hanno fatto passerella Mourinho e Ronaldo. Applausi per l’ex Special One, fischi e striscioni («Uomo di m…») per il Fenomeno. Eppure, per rendersi simpatico agli interisti, il brasiliano aveva anche recitato la solita litania su Calciopoli, evidenziando l’onestà della sua ex società riguardo allo scudetto assegnatole, ma vinto sul campo da altri. Non deve essere stato avvisato che il Tribunale di Milano ha evidenziato che il presidente Giacinto Facchetti faceva lobbing con gli arbitri”.

Poi, sul caso Totti-Spalletti alla Roma: “Totti, invece, è stato protagonista della polemica di giornata che ha oscurato l’ottimo 5-0 della Roma sul Palermo. «Non mi portano rispetto…», ha dichiarato al Tg1, facendo supporre che siano volate parole grosse con Spalletti o che il mister gli abbia detto una cosa facendone poi un’altra. Noi non crediamo a nessuna di queste ipotesi, pensiamo piuttosto per esperienza personale che sia estremamente difficile far capire ad un giocatore (per di più icona come Francesco), che è arrivato il momento di attaccare le scarpe al chiodo. E se non lo fa la società (che dovrebbe farlo), se non lo capisce da solo il giocatore (e non lo capisce), lo deve fare l’allenatore che ha il dovere di mettere in campo la squadra migliore”.

Condividi