Juventus, Moggi show: il ritorno di Calciopoli, l’Inter dalla “lacrima facile” ed i passaporti

CalcioWeb

Altre dichiarazioni dell’ex dirigente della Juventus Luciano Moggi, nel mirino l’Inter con particolare riferimento ai passaporti dei calciatori

Continua a parlare l’ex dirigente della Juventus Luciano Moggi ed i motivi di discussione come al solito non mancano. Da Calciopoli ai rapporti con l’Inter, Moggi è un fiume un piena. Presentazione per il libro “il pallone lo porto io”, autobiografia scritta da Luciano Moggi insieme al giornalista Andrea Ligabue, presente all’incontro moderato dal giornalista Sky Giovanni Tontodonati insieme al presidente dello Juventus Club Doc “Gaetano Scirea” di San Salvo, Antonio Generoso, Nicola Penta, collaboratore dell’ex ds bianconero e il procuratore sportivo Pasquale Gallo.

Secondo quanto riporta zonalocale.it Luciano Moggi ha dichiarato: “la Juventus è stata simpatica per un certo periodo, quando non dava fastidio, ma adesso che è tornata grande si rischia di tornare ai tempi di Calciopoli che è stata una messa in scena”. 

Non sono mancate le bordare all’Inter: “è una squadra dalla lacrima facile che faceva pressing sugli arbitri e gestiva allegramente i passaporti dei calciatori, (riferimento al caso Recoba). Adesso che la Juventus ha ricominciato a vincere hanno ricominciato a lamentarsi, sperando di mettere pressione sugli arbitri”. 

Condividi