Argentina, il ‘caso’ Lavezzi e l’incomprensibile Bauza

Sta facendo molto discutere, in Argentina, la gestione che sta facendo della nazionale albiceleste il Ct Edgardo Bauza, succeduto al ‘Tata’ Martino dopo la fine della Coppa America. Non convincono sia i risultati, come si può ben evincere dal girone di qualificazione ai mondiali sin qui disputato dalla ‘seleccion’, che le convocazioni in sé. Basti pensare, come scrive ‘fcinter1908.it’, alle reiterate esclusioni di Mauro Icardi. L’ultima vicenda, rispetto alla quale si sono scatenate numerose perplessità, ha per protagonista Ezequiel Lavezzi. Come noto, il ‘Pocho’ milita da tempo in un campionato poco competitivo quale quello cinese e già questo, di per sé, è considerato motivo valido per non chiamarlo in nazionale. Ma c’è dell’altro. Lavezzi, qualche tempo fa, aveva rimediato un brutto infortunio al gomito, dal quale ha iniziato a riprendersi da poco. Nonostante questo, a fine ottobre Bauza l’ha aggregato alla lista dei convocati, specificando che questa chiamata avrebbe avuto come unico scopo quello di proseguire, insieme ai compagni argentini, nel recupero dall’infortunio in questione. Una scelta da alcuni definita assurda, resa ancora più incomprensibile da quanto successo subito dopo: “Ezequiel si allenerà con i compagni ma non giocherà, ovviamente, contro Brasile e Colombia“, aveva detto il ct della seleccion. Eppure, nonostante ciò, Bauza ha deciso di convocare l’ex attaccante del Napoli, tagliando, in suo favore, i vari Demichelis, Belluschi e Acuna. Chi ci capisce, è bravo.