Juventus, il padre di Pjanic svela: “Roma? All’inizio tutto bene, poi succede qualcosa…”

  • Pjanic (LaPresse/Daniele Badolato)
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • Pjanic (Foto LaPresse/Marco Alpozzi)
  • LaPresse/Spada
  • Abate (LaPresse/Spada)
  • Pjanic (LaPresse/Daniele Badolato)
  • Pjanic (Foto LaPresse/Daniele Badolato)
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • Pjanic (LaPresse/Daniele Badolato)
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • Pjanic (Foto LaPresse/Davide Anastasi)
  • Pjanic (Foto LaPresse/Daniele Badolato)
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • 2. Pjanic (Foto LaPresse/Daniele Badolato)
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • LaPresse/Daniele Badolato
  • Pjanic (Foto LaPresse/Daniele Badolato)
  • Pjanic (Foto LaPresse - Daniele Badolato)
  • Pjanic (Foto LaPresse - Daniele Badolato)
  • Pjanic (Foto LaPresse - Daniele Badolato)
  • Pjanic (Foto LaPresse - Daniele Badolato)
  • Pjanic (Foto LaPresse - Daniele Badolato)
  • Pjanic (Foto LaPresse - Daniele Badolato)
  • Pjanic (Foto LaPresse - Daniele Badolato)
/
CalcioWeb

Juventus, la rinascita di Pjanic – La Juventus continua la preparazione per la ripresa del campionato, squadra rimaneggiata per le tante assenze dovute alle gare delle Nazionali. Dopo un periodo difficile e con prestazioni non all’altezza, Miralem Pjanic è stato decisivo contro il Chievo, il bosniaco può ancora migliorare molto e sembra aver trovato la migliore posizione come mezzala destra. Intervistato dalla ‘Gazzetta dello Sport’ il padre di Pjanic ha dato alcune indicazioni: “il suo ruolo ideale? E’ una domanda per Allegri, è lui che decide. Io dico che può giocare ovunque perché ha qualità e si applica. Può stare più avanzato visto perché ha l’abilità del passaggio decisivo, ma ha dimostrato di sapersi adattare anche in una zona più difensiva del campo: pure davanti alla difesa, sa organizzare il gioco”.

Pjanic (Foto LaPresse/Marco Alpozzi)
Pjanic (Foto LaPresse/Marco Alpozzi)

Juventus, la rinascita di Pjanic – “Adesso si è sbloccato, ma avevate dubbi? Non vedo quale sia il problema perché lui è sempre stato contento del lavoro fatto a Torino: segue le direttive del club, ascolta il tecnico, si sacrifica per la squadra. Se è il più forte nelle punizioni? Assolutamente, il migliore. Un grande insegnamento allenarsi a Lione vicino a Juninho Pernambucano, ma la sua forza è stata nel creare uno stile tutto suo. Ormai possiamo dire che nel calcio esistono le punizioni alla Pjanic”.

Sulle differenze tra Torino e Roma: “le città sono molto diverse, ma bellissime: ognuna ha pregi e difetti. In ogni caso, Miralem è consapevole che questo sia stato un passo avanti nella sua carriera: è in un club incredibile, perfetto per quelli che vogliono trionfare, proprio come lui. Anzi, direi che la Juve è simile a mio figlio, è ambiziosa e vincente. Attenzione: anche Roma è una città per vincenti, però non so come funzioni là… All’inizio del campionato va tutto bene, poi succede sempre qualcosa”.

ECCO TUTTE LE FOTO DI PJANIC CON LA MAGLIA DELLA JUVENTUS

Condividi