Simone Lo Faso “u picciriddu” rosanero pronto per la salvezza del Palermo

I primi calci al pallone in via dei Picciotti, il papà Carmelo sempre al seguito e l’esordio in serie A contro il Milan. Lo Faso vuole giocare, vuole entusiasmare e crescere per la salvezza del Palermo

Nell’ultima partita contro il Chievo circa 21mila i tifosi del Palermo hanno assistito alla nona sconfitta consecutiva dei rosanero in campionato. Forse la sconfitta più amara per il Palermo, che pensava di poter dare una svolta alla stagione contro i clivensi alla prima partita di Corini. Non ha trovato spazio nell’ultima così come da inizio campionato Simone Lo Faso registra pochi minuti eppure in una squadra allo sbaraglio il baby palermitano dovrebbe trovare il giusto spazio. Il talento classe 1998 è uno dei giovani più interessanti del calcio italiano non che gioiello proprio del vivaio rosanero. Lo Faso rappresenta in breve il sogno di ogni bambino crescere, giocare  e vestire la divisa e i colori della tua città. Un sogno realizzato grazie al suo talento ed al suo impegno ma anche grazie alla sua visione di gioco, alla tecnica ed alla sua imprevedibilità. lofasoLo Faso è uno di quei classici bambini che a vederlo giocare ci si chiede che età abbia. Perchè la personalità e l’eleganza con cui accarezza il pallone non corrispondono sicuramente alle caratteristiche dei suoi coetanei. Utilizzato poco con De Zerbi u picciriddu può ricoprire vari ruoli offensivi (seconda punta, esterno, rifinitore), ma può essere laterale sinistra o mezzala). Tecnica e rapidità, Lo Faso è abile ad inserirsi negli spazi è veloce palla al piede, nei dribbling e nelle triangolazioni strette. Il sogno, quello di esordire in Serie A col Palermo, si è realizzato al termine di un anno da sogno per questo diciottenne funambolo con la maglia rosanero. Due anni a Siena poi il ritorno a Palermo dove comincia a lavorare bene con Scurto negli Allievi e poi con Bosi che lo lancia in Primavera, sempre sotto età. Simone che ha gia un contratto con Nike (sponsor tecnico) è uno delle tante promesse del  settore giovanile rosanero: ala sinistra ma all’occorrenza seconda punta, la sua carriera inizia all’età di otto anni nella scuola calcio della Vis Palermo.

Storia che nasce tra dribbling  goal ed assist prima nei pulcini sino alla consacrazione nel maggio del 2015 con la convocazione da parte del tecnico dell’Italia Under 17 Tedino a fase finale dell’Europeo di categoria. Il debutto contro l’Irlanda è da ricordare gol e assist. lo-fasoPer il debutto in Serie A, invece, Simone Lo Faso ha dovuto attendere fino al 6 di novembre: Palermo-Milan, uno stop da manuale, due dribbling in area e un cross rasoterra che non trova compagni pronti a ribadire la palla in rete. La prima azione di Lo Faso in massima serie stava per diventare un gioiello ma  forse meglio così… attenderemo con ansia l’esordio ufficiale dal primo minuto di un giovane picciriddu, che  più che mai è  pronto a dare al massimo per la sua causa, la salvezza del Palermo.

  23:42 12.12.16
Condividi
article
10059100
CalcioWeb
Simone Lo Faso “u picciriddu” rosanero pronto per la salvezza del Palermo
I primi calci al pallone in via dei Picciotti, il papà Carmelo sempre al seguito e l’esordio in serie A contro il Milan. Lo Faso vuole giocare, vuole entusiasmare e crescere per la salvezza del Palermo Nell’ultima partita contro il Chievo circa 21mila i tifosi del Palermo hanno assistito alla nona sconfitta consecutiva dei rosanero
https://www.calcioweb.eu/2016/12/10059100/10059100/
2016-12-12 23:42:04
https://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2016/12/Lo-Faso.png
News
Torna alla Home