Balotelli a cuore aperto: Nizza, Milan e Pallone d’Oro

Un ritorno in Italia? Mario Balotelli non lo esclude: “molto legato a Mancini, ho giocato anche nell’Inter ma sceglierei di tornare al Milan”

L’infortunio al polpaccio lo ha tenuto lontano dai campi per tre settimana, ma ora Mario Balotelli è pronto a riprendersi il Nizza e a proseguire il percorso in Europa League e Ligue 1. In un’intervista rilasciata ai media cinesi e riportata dal sito di ‘Eurosport’, l’attaccante italiano spiega i motivi delle sue scelte del suo ritorno al gol. “Ho segnato perché ho giocato. La scorsa stagione non ho giocato molto, così non riuscivo a segnare. Poi mi sono infortunato, sono rimasto fuori per un lungo periodo. Ma quando sono stato bene, ho giocato continuando a segnare”, ha spiegato. “Anche in passato ho avuto degli infortuni, ma quando sto bene io faccio gol”.

LaPresse/Gerardo Cafaro
LaPresse/Gerardo Cafaro

“Ho scelto il Nizza perché volevo provare un nuovo campionato. Non avevo mai giocato in Francia. Ho deciso di venire qui perché la squadra è molto buona e gioca un buon calcio. Quando li ho visti giocare mi sono subito interessato perché penso che sia una squadra che ha futuro. Il loro modo di giocare è incredibile”, dice complimentandosi coi compagni, poi riserva parole al miele per il suo allenatore. “Favre ha un ottimo carattere. Lui sa come trattare con i giocatori giovani. Mi piace molto. Devo dire che Mancini è stato speciale per me, perché è il primo che ho incontrato, ma penso che Favre sia uno dei migliori allenatori che ho avuto. Lavora molto sulla tattica, per migliorare il mio movimento e la corsa”.

Non poteva mancare una domanda sul Pallone d’Oro, riconoscimento ambito al quale Balotelli non smette di puntare. Ronaldo e Messi sono in questo momento i migliori e nessuno è come loro. Ma se faccio una buona stagione, senza infortuni e concentrato, non è impossibile per me per vincere il Pallone d’Oro”, spiega poi lancia un messaggio alla Serie A. “Se tornerei in Italia? Sono sempre stato un tifoso del Milan, anche se ho giocato per l’Inter. Mai dire mai, ma per l’Inter è molto complicato. Se dovessi tornare in Italia, penso al Milan”.