Closing Milan, finisce l’era Berlusconi: ecco le 10 frasi più celebri del presidente rossonero

  • Berlusconi a 360°
    Berlusconi (LaPresse / Roberto Monaldo)
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
  • Berlusconi Yonghong Li
    Berlusconi (Piero Cruciatti / LaPresse)
  • Berlusconi (LaPresse - Spada)
  • Gian Mattia D'Alberto / LaPresse
  • berlusconi su allenatori
    LaPresse Torino/Marco Merlini
  • Salvini Juve-Milan
    LaPresse
  • LaPresse
  • LaPresse
  • LaPresse
  • LaPresse/Vincenzo Livieri
  • Berlusconi (Scrobogna /LaPresse)
  • berlusconi allenatore milan
/
CalcioWeb

Berlusconi frasi celebri – Quella di oggi sarà una giornata storica per il Milan. Silvio Berlusconi, infatti, dopo 31 anni di ‘regno’ e ben 29 trofei conquistati, cederà il club rossonero. L’ex Cavaliere ha reso il Milan un club vincente e più titolato al mondo per molto tempo.

Per Berlusconi il Milan era come una donna da amare e anche questo suo ultimo gesto è stato fatto per il bene del club. Mai e poi mai avrebbe voluto cedere la sua ‘creatura’ ma si è visto costretto a farlo per far tornare il club rossonero dove merita. Oggi sarà il giorno del suo addio, ma intanto andiamo a rivedere quali sono state le sue 10 frasi più celebri da quando è alla guida della società di via Aldo Rossi.

  • Presidente, un’indagine Doxa ha rivelato che il 50% dei votanti ha scelto lei come miglior presidente del nostro calcio. Perché? “Perché sono bello”.
    Se non fosse Berlusconi chi vorrebbe essere? “Mi piacerebbe essere il figlio di Berlusconi” (1988)
  • Il Milan? È un affare di cuore, costoso, ma anche le belle donne costano. (1986)
  • Si parla del Milan di Sacchi, di Zaccheroni e di Ancelotti e non si parla mai del Milan di Berlusconi. Eppure sono io che da 18 anni faccio le formazioni, detto le regole e compero i giocatori […] Sembra che io non esista. (2004)
  • Cara Santità, mi lasci dire che lei assomiglia molto al mio Milan. Infatti, lei, come noi, è spesso all’estero, cioè in trasferta, a portare in giro per il mondo un’idea vincente. Che è l’idea di Dio. (1998)
  • Ronaldo? Gli avevo imposto di farsi crescere i capelli perché diventasse più bello. In realtà ha esagerato: adesso è veramente brutto! Vorrà dire che lo manderò dal mio parrucchiere anche se mi hanno detto che è diventato ”testimonial” di una lozione per la crescita dei capelli. (18/12/2007).
  • LaPresse/Mourad Balti Touati
    LaPresse/Mourad Balti Touati

    Balotelli? Se metti una mela marcia nello spogliatoio può infettare tutti gli altri. Io ho avuto modo di dare un giudizio sulla persona Balotelli, non accetterai mai che facesse parte dello spogliatoio del Milan. (7/1/2013)

  • Battere la Juventus con un rigore dubbio è ancora più bello. (2012)
  • Berlusconi su Allegri: “No el capisse un casso” (9/2/2013)
  • Manderò una lettera: da lunedì qualsiasi tecnico del Milan sarà obbligato a giocare con almeno due punte. Non è una richiesta, è un obbligo. (2004)
  • Ho insegnato al Milan come si gioca al calcio. (23/3/2001)
Condividi