Marco Rossi, il Ct dell’Ungheria che ha battuto la Croazia

Il ct dell’Ungheria, Marco Rossi, ieri protagonista del successo sui vicecampioni della Croazia nelle qualificazioni all’Europeo 2020, parla favorevolmente della sua esperienza ungherese: “Abbiamo fatto unimpresa. Non pensavo di vincere, anche se ovviamente si gioca sempre per la vittoria. Era difficile pensare di farcela contro i vicecampioni del mondo, ma abbiamo giocato la partita perfetta: abbiamo vinto da squadra unita, senza sbavature. L’1-0 della Croazia è stato episodico, in una sortita hanno fatto gol. Noi abbiamo avuto la bravura di non disunirci pareggiando prima della fine del primo tempoPer quelli che sono i valori sulla carta, non siamo accreditati per il passaggio del turno, ma il campo spesso sconfessa la statistica e alla fine contano solo i risultati. Non dò giudizi su quello che stiamo facendo, ma se guardo le 8 partite in cui mi sono seduto sulla panchina ungherese e vediamo il precedente biennio si vede un po’ la differenza anche avendo giocato con avversari diversi. La federazione ungherese ha manifestato il rincrescimento per non avermi chiamato prima e questo di sicuro mi inorgoglisceOrban? La tendenza del Governo ungherese è di proteggere la propria autonomia nazionale, cercando di verificare chi può venire a lavorare qui. Bussi alla mia porta ma, prima di aprire, voglio vedere chi sei. Questo atteggiamento non è molto diverso da quello dell’Italia. Io vivo a Budapest, lavoro e sto bene qui con la mia famiglia“.

SCARICA GRATIS L’APP DI CALCIOWEB PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO IN TEMPO REALE