Spinazzola-Bernardeschi-Kean, il trio italiano delle meraviglie: la Juve lancia i giovani anche in Champions, il futuro è sempre più Azzurro

Si è concluso il match di ritorno valido per gli ottavi di finale di Champions League, sono scese in campo Atletico Madrid e Juventus, partita impressionante della squadra di Massimiliano Allegri che ha staccato il pass per i quarti di finale. Cristiano Ronaldo ha deciso di prendersi sulle spalle la squadra ma il vero uomo del match è stato Bernardeschi, adesso la Juventus si candida ad essere una delle principali candidate alla vittoria insieme a City e Barcellona considerando le eliminazioni di Real Madrid e Psg. Ronaldo ha messo a segno una grande tripletta (due gol di testa ed uno su calcio di rigore), è la prima partita da extraterrestre di Cr7 con la maglia dei bianconeri in Champions League.

Marco Alpozzi/LaPresse

Ma il grande protagonista è stato Federico Bernardeschi, partita impressionante per l’esterno d’attacco bianconero, corsa, qualità e sacrificio, l’ex Fiorentina deve diventare un calciatore insostituibile per Allegri e un uomo chiave anche per i quarti di finale, la Juventus non può rinunciare a questo Bernardeschi. Come ha dimostrato oggi di essere un calciatore all’altezza Spinazzola che non ha fatto rimpiangere Alex Sandro anzi… L’ex Atalanta ha dominato sulla fascia, è uscito stremato nel secondo tempo e risulterà sicuramente un calciatore prezioso fino al termine della stagione. E poi c’è Kean che è entrato con personalità in campo nonostante la giovane età, grande occasione in contropiede ma non era facile, l’attaccante si è confermato dopo la doppietta all’Udinese e sicuramente si metterà in mostra nel presente ma soprattutto nel futuro. Spinazzola-Bernardeschi-Kean, il futuro è sempre più Azzurro. Ed anche Mancini gongola… 

LEGGI ANCHE –> Allegri “Doctor Jekill e Mister Hyde”: hai fregato di nuovo tutti quanti. Ma perché arrivare a tanto?

SCARICA GRATIS L’APP DI CALCIOWEB PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO IN TEMPO REALE