Serie A, la regola sui falli di mano Var (ivista)

Tanti gli episodi che hanno visto il Var protagonista nel weekend. In particolare, molte sono state le discussioni sui falli di mano

fabbri
Fabbri (LaPresse)

Tanti gli episodi che hanno visto il Var protagonista nel weekend. In particolare, molte sono state le discussioni sui falli di mano. Quando mancano solo 7 giornate al termine gli errori pesano di più e rischiano di condizionare il finale di stagione di molte squadre. Oggi, ci sarà una riunione in Lega, voluta da Rizzoli, in cui si cercherà di spiegare, agli arbitri e ai rappresentanti dei club presenti, gli errori commessi. Sicuramente verrà fermato Fabbri, direttore di gara di Juventus-Milan, che è sembrato inadatto ad arbitrare partite di quest’importanza. Attese, invece, per domani le sentenze del Giudice Sportivo, che potrebbe fermare Mandzukic con la prova tv, dopo il calcione su Romagnoli. Una magra consolazione per i rossoneri, che vedono complicarsi la corsa Champions anche a causa del rigore non fischiato per il fallo di mano di Alex Sandro. Ma Fabbri ha rovinato l’intero match, in cui mancano, tra le altre cose, il rosso a Mandzukic e un gol alla Juventus.

Una mezza beffa per il Milan è arrivata nel tardo pomeriggio di ieri, quando all’Olimpico, durante Lazio-Sassuolo, l’arbitro ha fischiato un rigore ai biancocelesti, diretti concorrenti dei rossoneri, per un tocco di mano di Locatelli. Sul cross di Patric, il pallone sbatte sul fianco del calciatore neroverde e poi carambola sul gomito. Var che chiama in causa il direttore di gara Abisso (si, lo stesso arbitro di Fiorentina-Inter e del rigore di D’Ambrosio), che riguardando le immagini al monitor, concede il penalty alla Lazio. Il fischietto di Palermo, tornato ad arbitrare proprio nella 31^ giornata, ad uno spettatore disinformato potrebbe sembrare aver cambiato l’unica regola che sembrava abbastanza chiara e cioè quella che se il pallone colpisce prima un’altra parte del corpo e poi il braccio, il fallo di mano è da ritenersi involontario. Invece, quello di Locatelli è un caso limite in quanto il centrocampista mantiene il braccio largo e non è lui a calciarsi addosso il pallone; è un rigore forzato ma che a termini di regolamento si può assegnare. Si parla tanto, però, di uniformità di giudizio: allora se quello concesso alla Lazio è penalty, perchè non lo è quello non dato al Milan?

L’altro episodio in cui il Var ha giocato un ruolo decisivo ieri sera è l’espulsione di Sturaro. Al San Paolo di Napoli, l’arbitro Pasqua aveva inizialmente ammonito il giocatore del Genoa, salvo poi essere richiamato dal Var e correggere la sua decisione estraendo il rosso diretto. In questo caso l’arbitro ha fatto la scelta giusta, in quanto l’intervento dell’ex centrocampista della Juventus è pericoloso per l’incolumità di Allan. Nessuno può mettere in dubbio che il Var abbia migliorato il calcio, ma alcuni episodi, in cui c’è di mezzo l’interpretazione o la discrezionalità dell’arbitro, destano ancora polemiche. Servono regole precise per far sì che gli errori siano sempre meno. Nessuno pretende l’eliminazione totale delle sviste arbitrali, perché anche i direttori di gara sono umani e l’errore può capitare, ma serve chiarezza e migliorare questo “servizio”. Le proposte al vaglio sono molte come il mettere al monitor degli ex arbitri, i cosiddetti moviolisti, sicuramente più esperti di quelli che ci sono adesso in Serie A, o addirittura c’è chi dice che si arriverà al momento in cui sarà l’arbitro al Var a prendere la decisione finale. Potrebbero bastare modifiche del genere? O servirà allenare una classe arbitrale che sembra inadeguata, nonostante ci siano alcune giovani leve promettenti? Perché il Paese che negli anni passati annoverava gli arbitri migliori del mondo, si è ridotto in questo stato? Servono risposte e servono subito per evitare un’altra stagione di transizione per la tanto agognata tecnologia.

Scarica gratis o Aggiorna l’App da Google Play per dispositivi Android per essere sempre aggiornato in tempo reale sulle notizie della tua squadra

Scarica gratis o Aggiorna l’App di CalcioWeb sull’App Store per dispositivi iOS per essere sempre aggiornato in tempo reale sulle notizie della tua squadra

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
  10:38 08.04.19
Condividi
article
10304712
CalcioWeb
Serie A, la regola sui falli di mano Var (ivista)
Tanti gli episodi che hanno visto il Var protagonista nel weekend. In particolare, molte sono state le discussioni sui falli di mano. Quando mancano solo 7 giornate al termine gli errori pesano di più e rischiano di condizionare il finale di stagione di molte squadre. Oggi, ci sarà una riunione in Lega, voluta da Rizzoli,
https://www.calcioweb.eu/2019/04/la-regola-sui-falli-di-mano-varivista/10304712/
2019-04-08 10:38:42
https://www.calcioweb.eu/wp-content/uploads/2015/09/14352919_small.jpg
Arbitri Serie A,Serie A,Var
Editoriali
Torna alla Home