Barzagli, dopo il ritiro inizia una nuova vita: gli altri calciatori che hanno intrapreso la carriera da dirigenti

Andrea Barzagli si è ritirato e per l’ex difensore bianconero si aprono nuovi percorsi professionali. Secondo Tuttosport, la società gli avrebbe proposto un ruolo nello staff. Barzagli non è l’unico cui dopo il ritiro è stato offerto un posto nello staff tecnico o dirigenziale della squadra per cui ha giocato a lungo. Quest’anno ha annunciato di voler lasciare il calcio anche Sergio Pellissier, recordman di presenze e gol in serie A con la maglia del Chievo. La società ha ricompensato l’attaccante per la sua carriera clivense con un posto dirigenziale. Per la bandiera del club è previsto un ruolo importante nell’organigramma societario del club gialloblu. Alla fine di questa stagione ha smesso con il calcio anche l’ex difensore del Torino Emiliano Moretti. Il club granata ha deciso di non lasciare andare l’ex Genoa, dopo sei stagioni che lo hanno reso recordman di presenze dell’era Cairo. Il Torino ha offerto a Moretti un posto nella società.

Dunque, l’addio al calcio non comporta una rottura con il club che si è rappresentato per anni. Ne sono un esempio Francesco Totti e Javier Zanetti, bandiere di Roma e Inter che adesso ricoprono cariche dirigenziali, o lo stesso Maldini, che in questi giorni pare essere vicino al posto di direttore dell’area tecnica del Milan. Nelle ultime ore, sembra concreta l’ipotesi di un ritorno di Oriali all’Inter come team manager della squadra nerazzurra, presumibilmente al fianco di Conte.

SEGUI CALCIOWEB PER LE ULTIME NOTIZIE IN TEMPO REALE

Per le squadre –> Tutte le notizie sulla Juventus